Wall Street chiude in netto rialzo spinta dal settore hi-tech

Wall Street chiude in netto rialzo spinta dal settore hi-tech

A fare da traino Apple, alla vigilia dell'annuncio del nuovo modello di iPhone che dovrebbe abbracciare la tecnologia 5G

Wall Street  hi-tech Nasdaq Apple

 Facebook, titolo al Nasdaq

Chiusura in netto rialzo per Wall Street nel Columbus Day (giorno in cui resta chiuso il mercato obbligazionario), trainata dal rally dei titoli tecnologici.     Il Dow Jones avanza dello 0,87% a 28.836,93 punti, il Nasdaq del 2,56% a 28.836,93 punti e lo S&P 500 dell'1,66% a 28.836,93 punti. 

L'indice Nasdaq, che riunisce i principali titoli tecnologici della Borsa di New York, a poche ore dalla chiusura ha accelerato, in particolare spinto da Apple, ed è salito del 3,27% a 11.958.19 punti. Il titolo della casa di Cupertino, la società con la maggiore capitalizzazione a Wall Street, ha guadagnato il 6,35% alla vigilia del probabile annuncio di nuovi modelli iPhone dotati di tecnologia 5G. Per Adam Sarhan, analista di 50 Park Investment, al di là della buona performance di Apple, il rally del Nasdaq si spiega anche da quella dei gruppi che offrono servizi e prodotti da remoto, visto che "la fine delle restrizioni sanitarie ancora non si vede", osserva l'esperto. E spiega: "Si investe molto nei titoli di gruppi chiamati 'stay-at-home' che guadagnano nel caso di lockdown e restrizioni e la maggior parte di loro si trova nel settore tecnologico e in particolare nel Nasdaq, motivo per cui l'indice sta andando così bene".

Amazon ha poi registrato un rally in vista del suo evento annuale di shopping Prime Day, il 13 e 14 ottobre, e ha terminato in rialzo del 4,75%. Anche Microsoft ha fatto un balzo (+2,59%), trainando lo S&P 500 che si è ripreso da buona parte del calo del 9% del mese scorso. Bene inoltre Facebook dopo che gli analisti della Deutsche Bank hanno alzato l'obiettivo di prezzo a 325 dollari da 305 e anche su Alphabet di Google, a 2.020 dollari da 1.975, facendo salire i prezzi di entrambe le azioni rispettivamente del 4,27% e del 3,58%. Vola poi Twitter al 5,10%.

Nel settore bancario molto bene JPMorgan Chase (+1,23%) e Citigroup (+2,11%) in vista delle trimestrali.