Le bollette costeranno di più, ma è un segnale di ripresa 

Le bollette costeranno di più, ma è un segnale di ripresa 

Dopo mesi di forti cali, dal 1 ottobre arrivano i rincari: per l'elettricità +15,6%, per il gas +11,4%. Questo perché sono ripresi i consumi. Ma una famiglia tipo, quest'anno, risparmierà comunque 207 euro rispetto al 2019

Aumentano bollette luce gas

bollette gas luce (imagoeconomica) 

AGI -  Dopo i "forti cali" dei mesi scorsi, rimbalzano le bollette energetiche. Secondo Arera, i rincari dal 1 ottobre saranno consistenti e in misura del 15,6% per la luce e dell'11,4% per il gas. Ciononostante, per la famiglia tipo sono ancora previsti risparmi per quest'anno. 

Si ritorna ai livelli pre-Covid

Nel secondo trimestre 2020 si sono registrati ribassi pari a -18,3% l'elettricita' e -13,5% per il gas, proseguiti anche nel terzo trimestre per il gas (-6,7%), con un leggero rialzo per l'elettricita' (+3,3%). Il rimbalzo per i prezzi dell'energia che tornano su livelli vicini a quelli pre-Covid, spiega Arera, e' dovuto al rafforzamento della ripresa delle attivita' economiche e dei consumi. Per quanto riguarda gli effetti sui consumatori (al lordo tasse), nel 2020 la famiglia tipo beneficia comunque di un risparmio complessivo di circa 207 euro/anno rispetto al 2019.

La famiglia tipo risparmierà comunque 207 euro quest'anno

Nel dettaglio, per l'elettricita' la spesa nel 2020 per la famiglia-tipo sara' di circa 485 euro, con una variazione del -13,2% rispetto al 2019, corrispondente a un risparmio di circa 74 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sara' di circa 975 euro, con una variazione del -12% rispetto ai 12 mesi dell'anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 133 euro/anno.

Dopo il crollo dei prezzi registrato nei mercati energetici all'ingrosso nella fase piu' acuta dell'emergenza Covid, la ripresa dei consumi di energia, che conferma la ripartenza dell'economia in Italia e in Europa, ha quindi portato ad un graduale rialzo delle quotazioni.

L'effetto complessivo risulta particolarmente marcato nei mercati del gas naturale e della CO2 e si e' riflesso, conseguentemente, anche nel mercato elettrico. Infatti, nel terzo trimestre 2020 il Prezzo Unico Nazionale (Pun) dell'elettricita' risulta pari a circa 42 /MWh, contro i 25 /MWh del secondo trimestre, con un aumento di circa il 70%. In particolare, nello scorso mese di agosto, il Pun ha registrato un valore medio di 40,32 /MWh, che nel mese di settembre dovrebbe attestarsi intorno ai 49 /MWh, ovvero sul livello di un anno fa.

I mercati a termine indicano per il quarto trimestre dell'anno il mantenimento dei livelli correnti di prezzo. Per quanto riguarda il gas, il prezzo a termine rilevato nel mercato all'ingrosso e utilizzato per l'aggiornamento della tutela (il TTF) per il IV trimestre 2020 risulta in aumento del 96% rispetto al trimestre precedente, riflettendo sia la stagionalita' dei consumi sia il miglioramento delle aspettative economiche.