Ultimatum del governo su Autostrade

Ultimatum del governo su Autostrade

Soluzione entro mercoledì o revoca della concessione. Vertice notturno a Palazzo Chigi di Conte con Gualtieri e De Micheli: si aspetterà fino al 30 per risposte che consentano di rendere Aspi pubblica con l'ingresso di Cdp. Smentito un 'commissariamento' del dossier da parte del premier.

revoca concessione autostrade vertice governo

© Pierpaolo Scavuzzo/AGF - La sede di Autostrade per l'Italia

La revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia è tornata sul tavolo del Governo e una decisione sarà presa entro mercoledì. Dopo lo scambio di accuse tra Cdp e Atlantia in merito alla trattativa che dovrebbe portare Autostrade dalla holding dei Benetton al gruppo controllato dal Tesoro, ieri sera si è svolto un vertice a palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e la ministra dei Trasporti Paola De Micheli.

Da quanto si apprende nel corso del vertice il presidente del Consiglio e i due ministri si sono trovati d'accordo "nell'andare avanti con la revoca" se entro il 30 settembre non si troverà una soluzione tra Cdp e Atlantia realizzando l'intesa raggiunta lo scorso 14 luglio.

Smentite tensioni tra Conte e De Micheli

È del tutto privo di fondamento il fatto - riportato nell'articolo pubblicato su RepubblicaAutostrade regia a palazzo Chigi Conte commissaria il dossier" - che ieri il Presidente Conte, all'esito di una riunione coi Ministri competenti, avrebbe commissariato il dossier Aspi anche in virtù di un ipotetico cattivo rapporto con la ministra Paola De Micheli. Lo affermano fonti di Palazzo Chigi.