Il presente e il futuro di Fca, Maserati e Alfa secondo Mike Manley

Il presente e il futuro di Fca, Maserati e Alfa secondo Mike Manley

L'ad del Lingotto dopo il lancio dell'ultimo modello del Tridente ha parlato delle trattative con i francesi e delle prospettive per i due storici marchi 

fca peugeot allineate su fusione

©  Miguel Medina / Afp - La nuova Maserati MC20

AGI - Nonostante il lockdown e le sue conseguenze sul settore auto il matrimonio fra Fca e Psa Peugeot sta andando avanti secondo i tempi e le due aziende contano di finalizzarlo, come da programma, il primo trimestre dell'anno prossimo. A fare il punto sulla trattativa è stato oggi l'ad del Lingotto, Mike Manley, in occasione della conferenza stampa per il lancio della nuova Maserati. 

Le trattative coi francesi 

Questo periodo caratterizzato dalla pandemia sottolinea “la ragione perché queste due aziende si uniranno. Sono lieto di poter dire che abbiamo continuato a fare progressi nell’ottenere tutti i permessi per poter perfezionare l’accordo entro il primo trimestre del prossimo anno”, ha spiegato il manager a Modena, nella sede della casa del Tridente. Fca e Psa sono “perfettamente allineate sul perfezionamento della fusione. Il lavoro procede molto bene, siamo a buon punto. Siamo molto concentrati nel portare avanti questo progetto e contiamo di chiudere tutto entro il primo trimestre del prossimo anno”.

L'ad di Fca si è anche soffermato sul proprio futuro dopo la fusione che darà vita a 'Stellantis'. "Ho lavorato sodo, con i colleghi. Siamo arrivati a creare una buona struttura di governance ed io devo continuare a costruire questa organizzazione". 

Il futuro di Maserati e Alfa

Maserati “per noi è uno dei gioielli della corona. Fa parte del nostro gruppo", ha spiegato Manley parlando del futuro del marchio, per cui non è previsto uno spinoff. "Abbiamo solo un brand di lusso e avere questa fortuna è un enorme vantaggio per il gruppo, se viene gestito nel modo migliore. Maserati ha davanti a sé un futuro incredibile ”. Nel Tridente Fca ha investito “oltre 2.5 miliardi di euro”. Questo "permetterà a Maserati di avere tutte le risorse necessarie per lanciare i modelli che abbiamo progettato. La mia attesa, e non solo mia, è che questo sia l’ultimo anno in cui Maserati sarà in perdita”, ha aggiunto.

Ma Manley si è soffermato anche su un altro marchio iconico del gruppo, Alfa Romeo. "Ha un futuro molto vitale. Non è stata abbandonata. Ci sarà una nuova Alfa che lanceremo a breve”, ha concluso.