Svimez: il Sud perderà 380 mila posti di lavoro nel 2020

Svimez: il Sud perderà 380 mila posti di lavoro nel 2020

Perdita paragonabile a quella del quinquennio 2000/2013

Svimez Sud perdita posti lavoro

Bagnini al lavoro a RiminiĀ 

A causa della crisi scatenata dal Covid 19, il Sud perderà solo quest'anno 380 mila posti di lavoro. E' la previsione dello Svimez che segnala come la perdita di occupati sia paragonabile a quella subita nel quinquennio 2009-2013 (-369.000). Secondo lo Svimez, "il calo dell’occupazione nel 2020 dovrebbe attestarsi intorno al 3,5% nel Centro-Nord (circa 600 mila occupati) ed intorno al 6% nel Mezzogiorno (circa 380mila occupati)". Per il Mezzogiorno si tratta di un impatto che "per intensità è paragonabile a quello subito nel quinquennio 2009-2013".     

La ripresa dell’occupazione nel 2021 si attesterebbe "al +2,2% a livello nazionale per effetto di una crescita dell’1,3% nel Mezzogiorno e del 2,5% nel Centro-Nord". Per effetto di tali andamenti "l’occupazione meridionale scenderebbe intorno ai 5,8 milioni, su livelli inferiori a quelli raggiunti nel 2014 al culmine della doppia fase recessiva".