Bonomi attacca il governo: "Servono obiettivi, non nomi roboanti"

Bonomi attacca il governo: "Servono obiettivi, non nomi roboanti"

Il presidente di Confindustria: "Nel nostro Paese conta più il dividendo elettorale che la civiltà di una società"

bonomi governo dl semplificazioni

© Armando Dadi / AGF - Bonomi, Confindustria

AGI - "Non basta fare un nome roboante, mi devi dire quali sono gli obiettivi di queste riforme, cosa ci aspettiamo e come lo si vuole fare. Questo insieme di realtà di interventi su ogni ambito della vita italiana non indica delle priorità ma mostra solo l'ampiezza di problemi aperti che abbiamo come Paese". Lo ha sottolineato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, nel suo intervento conclusivo al convegno digitale '3R - Ripartenza, Responsabilita', Resilienza' dei Giovani imprenditori, citando il decreto Semplificazioni che il governo dovrebbe varare a breve. Le critiche del leader degli industriali all'esecutivo non si fermano qui: "Viviamo tempi - ha detto - in cui conta di più il dividendo elettorale che la civiltà di una società. Noi siamo in un Paese in cui la realtà non viene raccontata, nessuno ha il coraggio di dire cosa ci aspetta in autunno, sicuramente la realtà è che le scelte pubbliche adottate hanno reso più duraturi gli effetti delle crisi mondiali rispetto ad altri Paesi".