"Le nostre fabbriche sono sicure". Federlegno è pronta a riaprire

"Le nostre fabbriche sono sicure". Federlegno è pronta a riaprire

L'associazione sollecita un "manifesto per salvaguardare la sicurezza dei lavoratori senza compromettere ancora di più la sopravvivenza di un'eccellenza del nostro Paese"

federlegno coronavirus riapertura

industria legno (Agf) 

Federlegno sollecita la ripresa delle attività produttive con "manifesto per salvaguardare la sicurezza dei lavoratori senza compromettere ancora di più la sopravvivenza di un'eccellenza del nostro Paese", pubblicato a pagamento sul 'Corriere della sera'. Federlegno chiede di "programmare e ufficializzare la data di riapertura dell'intera filiera legno-arredo" e sostiene che "c'è già un protocollo, le nostre fabbriche sono sicure".

Secondo le imprese del settore, "è fondamentale riaprire anche i punti vendita di mobili e arredamento", fare "ripartire le attività dei magazzini e della logistica" e riattivare i cantieri edili. Federlegno manifesta inoltre "disponibilità a collaborare con le istituzioni creando dei tavoli di confronto per la progettazione e sperimentazione di strumenti e applicazioni tecnologiche che possano mappare e contenere al meglio il diffondersi del virus".