Il Salone del Mobile è stato annullato

Il Salone del Mobile è stato annullato

Le nuove date da segnare in agenda per la prossima edizione sono il 13-18 aprile del 2021

Coronavirus annullato Salone Mobile


Slittato e poi annullato del tutto: il Salone del Mobile non si farà per quest'anno. Le nuove date da segnare in agenda per la prossima edizione sono il 13-18 aprile del 2021. "La decisione è arrivata al termine di un lungo cda dei vertici della manifestazione del design piu' importante del mondo. L'appuntamento, cancellato a causa del protrarsi della situazione di emergenza sanitaria, segue lo stesso destino di altri grandi eventi, fermati dalla paura del contagio da coronavirus e il lockdown imposto ormai in tutti i paesi. 

La notizia era nell'aria da qualche giorno. Ma nessuno voleva crederci. Anche se quando il 25 febbraio scorso il presidente del Salone, Claudio Luti annunciò la decisione di rinviare di due mesi la manifestazione spostando le date da aprile a giugno, disse subito che non esisteva un piano b: quella era l'unica possibilità. Un Salone dopo l'estate, sarebbe stato troppo vicino all'edizione di aprile 2021 e le aziende non avrebbero alcun interesse a due manifestazioni così ravvicinate, spiegò.

Il danno economico è enorme. Lo aveva quantificato il presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini: "L'impatto sul Paese sarebbe di 1-1,3 miliardi di euro", disse a febbraio, senza neanche voler prendere in considerazione quella che allora era solo una lontanissima ipotesi, e che adesso e' diventata realtà. Milano perde il suo appuntamento alla Fiera di Rho, dove l'anno scorso si sono contati circa 400 mila visitatori, provenienti da 181 Paesi di tutto il mondo.

Slitterà la biennale dedicata a bagno e cucina, e non ci saranno quelle migliaia di eventi legati al Fuorisalone, che animavano ogni angolo della citta' generando un indotto di circa 350 milioni di euro tra ricettivita', commercio e trasporti.

Per Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo "si tratta di una decisione dolorosissima”. “E' dura, molto dura, ma sapremo ritrovare la forza per guardare avanti e avere lo sguardo e la mente protesi verso la sessantesima edizione, che – pomette -  sarà ancor di piu' un'edizione speciale, che avra' il sapore della rinascita di un Paese che con orgoglio mostrera' la forza e la creativita' della sua manifattura a tutto il mondo. Ci vediamo al Salone del Mobile.Milano 2021".