Alle imprese piace donna. E over 45. Come cambia l'occupazione femminile

I loro profili sono sempre più presenti, grazie ai trend demografici e all'aumento del lavoro per le donne

Alle imprese piace donna. E over 45. Come cambia l'occupazione femminile
 Agf
 Donne al lavoro over 45

Donna tra i 45 e i 60 anni? Non è la categoria più sfavorita del mondo del lavoro. Anzi. E’ quanto emerge da una ricerca realizzata dall’università Cattolica (team di ricerca coordinato dalla professoressa Claudia Manzi) in collaborazione con Valore D e ripresa dal Corriere della Sera, secondo cui le donne over 45 sono profili sempre più presenti nel mercato del lavoro. Risultato dei nuovi trend demografici, in particolare l’aumento dell’occupazione femminile e l’invecchiamento della popolazione.

La ricerca “Talenti senza età” è la prima dedicata alle donne over 50 in impresa, una 'categoria' destinata ad avere un peso crescente sul mercato del lavoro.In particolare, secondo le ultime rilevazioni Istat, quelle tra i 55 e i 64 anni sono aumentate del 50% dal 2010. Ma qual è il loro livello di soddisfazione?

Solo un terzo è soddisfatto e attivo

Delle 5000 lavoratrici prese a campione, quelle attive e soddisfatte rappresentano il 36,9%, quelle attive ma in difficoltà sono il 36,1%, mentre le lavoratrici smarrite sono il 27%. In conclusione, osserva Avvenire, solo poco più di un terzo di queste donne – le attive e soddisfatte, appunto – ha un alto livello di potenziale lavorativo. Si tratta di persone ben realizzate da un punto di vista personale, ancora molto attive nel dare il loro contributo lavorativo e che lavorano in ambienti organizzativi caratterizzati da un clima positivo, in cui non sono presenti discriminazioni o stereotipi negativi di genere ed età.

Le donne in difficoltà, invece, riscontrano un basso livello di benessere psicologico, spesso risultano avere reti relazionali extra-lavorative più povere e magari hanno realizzato in maniera meno forte la loro identità al di fuori del lavoro. A tali criticità, le lavoratrici "smarrite" aggiungono un basso livello di impegno nel lavoro e di orientamento al futuro professionale. Dall’analisi delle caratteristiche di questo profilo emerge che sono donne che hanno affrontato negli ultimi anni delle transizioni importanti (malattie proprie o di persone care, separazioni e divorzi, cambiamenti lavorativi) ma che non hanno potuto contare su un ricco network relazionale e su un clima organizzativo positivo.

Alle imprese piace donna. E over 45. Come cambia l'occupazione femminile
 Agf

Cosa cercano le aziende e cosa possono offrire

Dalla ricerca emerge un quadro ricco di indicazioni e spunti per le aziende che vogliano saper gestire e sfruttare al meglio le potenzialità delle lavoratrici over 50. “In un contesto in cui le aspettative di vita si allungano e di conseguenza la permanenza nel mondo del lavoro – commenta Barbara Falcomer, direttrice generale di Valore D – è fondamentale per le aziende comprendere quali siano le sfide e le opportunità che i collaboratori over 50 rappresentano e come valorizzare nel modo più efficace le loro esperienze, competenze e valori”. Per Claudia Manzi, docente di Psicologia sociale alla Cattolica, l’obiettivo finale deve essere quello di individuare le condizioni attraverso cui le organizzazioni siano ancora, e sempre più, ambienti 'abitabili' per queste donne”.

Le opportunità per le donne (e per gli uomini)

Secondo una ricerca del Corriere, Manpower offre diverse opportunità con Experis (experis.it), divisione del gruppo dedicata ai professionisti. Cad designer, firmware engineer, project manager, It architect, It manager e data scientist sono tra i profili richiesti. Per chi non può contare sulla seniority, la società dà la chance di partecipare ai percorsi di aggiornamento dell’Experis Academy.

Kelly Services ha ricerche aperte proprio per "signore over 45", dal customer service fino al telemarketing. E per entrambi i sessi le vacancy sono per: un impiegato tecnico addetto alla qualità, un progettista meccanico senior, programmatori cad/cam, hyperion specialist, addetto alla contabilità fornitori. Vengono poi anche ricercati un key account, un tecnico preventivista, un export business developer e un external sales.

Sono 490 invece i candidati esperti di cui ha bisogno Umana. Nel dettaglio servono per esempio key account per il settore commerciale, direttori commerciali, project manager, store e sales manager, responsabili amministrativi e controller.

Anche Randstad recluta 150 figure esperte in amministrazione e finanza e commerciale/vendita e operai e tecnici specializzati. “Proporre candidati over 45 garantisce al cliente di assumere figure esperte e che non necessitano formazione», spiega infine Openjobmetis che necessita di operai specializzati, profili amministrativi, tecnici informatici e badanti”. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it