agi live
Agricoltura e fotovoltaico, linee guida di convivenza

Agricoltura e fotovoltaico, linee guida di convivenza

Pannelli ad almeno due metri da terra per consentire coltivazioni e non sottrarre suolo alla produzione di cibo

agro fotovoltaico energia green

© AGF -

AGI - Presentate alla Tuscia di Viterbo le linee guida sull’applicazione dell’Agro-fotovoltaico in Italia.

L’Agro-fotovoltaico rappresenta una tecnologia innovativa che permette di combinare l’agricoltura alla produzione di energia rinnovabile.

Infatti, sotto i pannelli fotovoltaici, posti ad una altezza di almeno 2 metri da terra, è possibile coltivare il terreno creando una sinergia tra agricoltura e produzione energetica senza alcuno spreco di suolo.

Dalle prime analisi svolte sui costi, questi sembrerebbero paragonabili a quelli del classico fotovoltaico a terra ma con successivi vantaggi economici derivanti dalla coltivazione del terreno al di sotto dei pannelli.

Nel corso del 2022 inizieranno le installazioni di questi impianti in gran parte d’Italia, compresa l’Azienda agraria “Nello Lupori” dell’UNITUS dove è prevista l’installazione di un prototipo di Agro-fotovoltaico. Durante l’evento i riflettori sono stati puntati sulle Linee Guida.

L’opera, redatta sotto forma di monografia con ISBN (International Standard Book Number), è stata realizzata dal Tavolo Tecnico Nazionale costituto e coordinato dal professor Andrea Colantoni dell’Università della Tuscia, dopo quasi due anni di intenso lavoro.

È il primo documento presente in Italia che si pone l’obiettivo di regolamentare, disciplinare e analizzare più nel dettaglio l’Agro-fotovoltaico, nonché di creare una base tecnico-giuridica per gli imprenditori interessati a installare questa tecnologia sui propri terreni.