Enel: si aggiudica nuovo impianto eolico da oltre 71 MW in Russia

L’investimento complessivo di Enel Russia nell’impianto di Rodnikovsky è pari a circa 90 milioni di euro

eolico rinnovabili enel green power russia rodnikovsky egp

Enel, attraverso la controllata Pjsc Enel Russia, si è aggiudicata un nuovo impianto eolico da oltre 71 MW, a seguito dell’asta pubblica 2019 per le rinnovabili indetta dal governo russo. L’impianto di Rodnikovsky. riferisce una nota, sarà costruito nella regione di Stavropol, e i lavori di sviluppo e costruzione saranno affidati a Enel Green Power, la divisione globale di Enel dedicata alle energie rinnovabili.

“Quest’ultima aggiudicazione rappresenta un altro importante progresso per noi in Russia, dopo il recente avvio dei lavori di costruzione del parco eolico di Azov”, ha commentato Antonio Cammisecra, responsabile di Enel Green Power. “Confermiamo una volta di più il nostro impegno a valorizzare il potenziale in rinnovabili del Paese e a diversificare il suo mix di generazione, contribuendo con la nostra consolidata esperienza allo sviluppo, costruzione e gestione di impianti rinnovabili. In futuro, continueremo a lavorare senza risparmio sul consolidamento ed espansione della nostra presenza nelle rinnovabili in Russia, perseguendo un modello di business sempre più incentrato sulla sostenibilità”.

L’investimento complessivo di Enel Russia nell’impianto di Rodnikovsky è pari a circa 90 milioni di euro. Il parco eolico andrà a regime nella prima metà del 2024, e dovrebbe generare circa 220 GWh all’anno evitando l’emissione in atmosfera di circa 180 mila tonnellate di CO2. L’impianto venderà l’energia prodotta sul mercato wholesale russo, e sarà supportato da capacity payments.

L’asta russa per le energie rinnovabili per il periodo 2020-2024 si è svolta fra il 28 maggio e il 10 giugno, con oggetto l’aggiudicazione di circa 314 MW di capacità rinnovabile, di cui 78,1 MW da fonte eolica, 229,8 MW da impianti mini-idroelettrici e 5,6 MW da fonte solare. Il governo russo ha indetto la prima asta annuale nel 2013, con l’obiettivo di raggiungere il 4,5% di energia generata da fonti rinnovabili e 5,4 GW di capacità rinnovabile installata entro il 2024.

Oltre al risultato di oggi, Enel Russia si era già aggiudicata i parchi eolici di Azov da 90 MW, attualmente in costruzione e che entrerà in esercizio nel 2020, e di Murmansk da 201 MW, in esercizio dal 2021, nella gara del 2017 relativa a 1,9 GW di capacità eolica. Egp è responsabile dello sviluppo e della costruzione di tutti e tre gli impianti. L'investimento di Enel Russia per il parco eolico di Azov ammonta a circa 132 milioni di euro e per quello di Murmansk a circa 273 milioni.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.