I 20 grandi marchi americani che rischiano di più con i dazi di Trump

Da Apple a Nike, passando per Qualcomm, Boeing e Starbucks chi sono e quanto rischiano i principali brand Usa nel mondo 

I 20 grandi marchi americani che rischiano di più con i dazi di Trump

Da Apple a Nike, passando per Qualcomm, Boeing e Starbucks, Sono almeno 20 i big del made in Usa che rischiano di più da una guerra commerciale tra Washington e Pechino. La lista l'ha fatta FactSet che ha messo insieme le aziende che vendono di più in Cina. La lista, stilata sulla base della quotazione allo S&P mostra che complessivamente le grandi aziende Usa interessate sono 62, per un giro di affari totale di 150 miliardi di dollari nell'esercizio 2017.


Ecco le 20 aziende più interessate, con il dato sulle vendite che realizzano in Cina e la percentuale sul fatturato totale.

  • Al primo posto c'è Apple con 44,7 miliardi di dollari pari al 19,6% dei ricavi totali,
  • al secondo Intel con 14,8 miliardi di dollari (23,6%),
  • al terzo Qualcomm con 14,6 mld, pari al 65,4% dei ricavi totali, che è la percentuale più alta di tutte
  • al quarto posto Boeing con 11,9 miliardi (12,8%.)
  • Micron con 10,4 miliardi (51%),
  • Broadcom con 9,4 miliardi (53%),
  • Cisco con 7,6 miliardi (15,9%),
  • Texas Instruments con 6,6 miliardi (44%),
  • P&G con 5,2 miliardi (8%),
  • Starbucks con 4,5 miliardi (20%),
  • Western Digital con 4,3 miliardi (22,4%),
  • Nike con 4,2 miliardi (12,4%),
  • 3M 3,2 miliardi (10,3%),
  • Skyworks Solutions con 3 miliardi (82%),
  • Applied Materials con 2,7 miliardi (19%),
  • TE Connectivity con 2,4 miliardi (28,4),
  • Corning con 2,2 miliardi (22%),
  • Abbott Laboratories con 2,15 miliardi (7,8%),
  • Cummins con 2,14 miliardi (10,5%)
  • Amphenol con 2 miliardi (29,5%). 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it