Tria corre ai ripari: prese misure cautelative in caso di 'no deal' sulla Brexit

Tria corre ai ripari: prese misure cautelative in caso di 'no deal' sulla Brexit

L’Italia corre ai ripari in caso di no-deal della Brexit. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria annuncia di aver predisposto misure transitorie per garantire la continuità dei mercati e degli intermediari, al fine di "garantire la piena continuità dei mercati e degli intermediari in caso di recesso del Regno Unito dall’Unione Europea senza accordo. In tale scenario infatti - si legge in un comunicato - a decorrere dal 30 marzo 2019 il Regno Unito diverrà a tutti gli effetti uno Stato terzo, con conseguente discontinuità nei rapporti bilaterali con la UE. Le misure, predisposte in stretto raccordo con le autorità di vigilanza e sentite le associazioni di categoria, saranno formalmente adottate solo nel caso in cui il recesso senza accordo venga definitivamente formalizzato. Con tutta probabilità dette misure verranno adottate con la forma di un decreto legge, qualora ne ricorrano necessità e urgenza".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.