Tragico incidente nel Cuneese, morti 5 giovanissimi

Tragico incidente nel Cuneese, morti 5 giovanissimi

Una jeep, con nove persone a bordo, è finita fuori strada per circa 200 metri in Valle Grana. Terribile il bilancio: cinque morti, tutti tra gli 11 e i 16 anni, a parte il 24enne che era alla guida. Quattro i feriti, di cui due in gravi condizioni.   

incidente stradale cuneo ragazzi morti

Vigili del fuoco e carabinieri

AGI – Tragico incidente stradale nella notte nel Cuneese, in Valle Grana, nel comune di Castelmagno, lungo la strada che porta al monte Crocette in prossimità del rifugio Maraman.

Un solo veicolo coinvolto, una Land Rover Defender, con 9 persone a bordo. Il mezzo è finito fuori strada per circa 200 metri.

Terribile il bilancio: 5 morti, quattro ragazzi e una ragazza, dagli 11 ai 24 anni, e 4 feriti.  L'incidente è avvenuto dopo mezzanotte in una strada di montagna a oltre mille metri di altitudine, in località Alpe Chastlar.

I quattro superstiti non sarebbero in pericolo di vita

Provenienti dalla provincia di Cuneo, i ragazzi erano in villeggiatura con le loro famiglie nella borgata Chiotti di Castelmagno. Il più grande dei deceduti era alla guida del veicolo, Marco Appendino, 24enne di Savigliano. Due delle vittime erano fratelli, Nicolò ed Elia Martini, di 17 e 11 anni. Camilla Bessone di 16 anni e Samuele Gribaudo di 14, i nomi degli altri due ragazzi morti.

I quattro feriti, due ragazze e due ragazze, non sarebbero in pericolo di vita. Due di loro risultano comunque in codice rosso: un 24enne è stato trasportato in elicottero al Cto di Torino e un 17enne all'ospedale Santa Croce di Cuneo. 

Massiccio l'intervento dei soccorsi, durati diverse ore. Sul posto i sanitari, i vigili del fuoco di Cuneo e Busca, il soccorso alpino e i carabinieri. Le salme dei ragazzi sono state portate all’obitorio di Cuneo.

I feriti in ospedali Torino e Cuneo

Uno dei feriti è ricoverato in codice rosso all'ospedale Cto di Torino., É sveglio e cosciente, con un trauma che rende necessaria un'operazione per la stabilizzazione della colonna vertebrale. Al momento la prognosi é riservata. Un altro ragazzo di 17 anni é stato ricoverato, anche lui in codice rosso, all'ospedale Santa Croce di Cuneo.

"Di fronte alla tragedia di Castelmagno restiamo in silenzio. Commossi, sospendiamo parole e tutti gli aggiornamenti dei canali istituzionali di comunicazione Uncem. Ci uniamo alle famiglie, alle comunità, ai colleghi amministratori dei Comuni. Questa tragedia è di tutte le comunità delle montagne italiane". Cosí Marco Bussone e Lido Riba, presidenti di Uncem nazionale e Uncem Piemonte, dopo l'incidente stradale avvenuto nella notte.