È stato cancellato a Venezia il concerto della pianista pro-Putin

È stato cancellato a Venezia il concerto della pianista pro-Putin

La decisione è stata presa dopo un'ondata di proteste sui social contro l'esibizione di Valentina Lisitsa che avrebbe dovuto eseguire brani di Rachmaninov per l'evento organizzato dall'associazone Musikamera

annullato concerto venezia pianista pro putin

© ANDREW COWIE / AFP - Valentina Lisitsa

AGI - Il teatro La Fenice di Venezia ha annullato il concerto in programma il 4 e 5 aprile della pianista Valentina Lisitsa, ucraina ma su posizioni pro-Putin. La decisione è stata presa dopo un'ondata di proteste sui social contro l'esibizione dell'artista che avrebbe dovuto eseguire brani di Rachmaninov per l'evento organizzato dall'associazone Musikamera. Lisitsa, tra l'altro, si era esibita a maggio nella Mariupol occupata in un concerto molto politicizzato.

È stata Sonia Finzi, presidente di Musikamera, a comunicare alla pianista l'annullamento dell'evento che si sarebbe dovuto tenere nelle Sale Apollinee, come ha riferito il Corriere del Veneto.

Lei ha risposto con una lettera gelida in cui si è rammaricata di dover "soccombere alla folla anonima e aggressiva" di chi non la voleva e ha escluso di tornare in futuro: "Pensavo di essere stata invitata come uno degli interpreti di Rachmaninov più riconosciuti al mondo", ha scritto, "è una grande delusione. Questo è molto molto triste. E, ovviamente, in questo caso il concerto non può aver più luogo".