Cannes verrà posticipata. Che succede ai film della Croisette

Cannes verrà posticipata. Che succede ai film della Croisette

Da 'Tre Piani' di Nanni Moretti a 'Soul', ultimo lavoro della Pixar, sono tanti i registi chiamati a modificare il 'calendario delle prime'

film festival cannes 

 Festival di Cannes (afp)

Nel calendario degli appuntamenti cinematografici Cannes occupa un posto centrale. Il festival francese doveva tenersi il 12 maggio, data poi slittata ai primi di luglio vista l'emergenza coronavirus.

Dopo il discorso di Macron sulle kermesse, il taglio del nastro sulla Promenade de La Croisette è stato posticipato ulteriormente alla metà di luglio. Di conseguenza tre sezioni parallele del festival hanno deciso con rammarico "di annunciare la cancellazione delle loro edizioni di Cannes 2020".

Quinzaine des re'alisateurs, Semaine de la critique e ACID non si terranno e si tratta di un duro colpo per il festival francese così abituato alla tradizione e che dovrà pensare a "nuove forme" di svolgimento, tra le quali anche internet, a lungo combattuto dai vertici della kermesse.

Posticipare Cannes significa anche e soprattutto posticipare alcune delle pellicole più attese i cui calendari di uscita erano stati pensati apposta per avere la loro prima al festival. Cannes non è infatti soltanto uno dei festival più importanti della storia del cinema, è anche un importantissimo snodo per tutto il circuito indipendente che riesce ad ottenere lustro sul red carpet de La Croisette.

Da 'The French Dispatch' di Wes Anderson fino a 'Soul', ultimo lavoro della Pixar, sono tanti i registi chiamati a modificare il loro personale "calendario delle prime" visto che erano tra i principali indiziati per avere la loro premiere a Cannes.

'The French Dispatch' - L'ultimo lavoro di Wes Anderson, cast stellare e fotografia particolarmente dettagliata, sarà proiettato per la prima volta - con grande probabilità - al Toronto Film Festival soprattutto perché la distribuzione nelle sale è stata spostata da luglio a ottobre e il TIFF dovrebbe avere luogo come al solito a settembre.

'Benedetta' - L'attesissimo film di Paul Verhoeven sulla suora Benedetta Carlini, la mistica lesbica vissuta in toscana durante il periodo della Controriforma, potrebbe essere proiettato per la prima volta a Venezia qualora il festival nostrano rimanesse in piedi.

'Soul' - Il nuovo prodotto di animazione della Pixar è stato spostato da giugno a novembre e potrebbe andare a Toronto qualora la Disney decidesse di partecipare ad un Festival.

'Top Gun: Maverick' - Ci sono grandi possibilità che il nuovo capitolo della saga che rese leggendario Tom Cruise sarà proiettato per la prima volta nei cinema. La Paramount che ha fatto scalare la data d'uscita dal 24 giugno al 3 dicembre starebbe pensando, secondo quanto riportato da Hollywood Reporter, di saltare qualunque lancio festivaliero.

'Tre Piani' - Il nuovo film di Nanni Moretti, uno dei più amati a Cannes, potrebbe spostarsi direttamente a Venezia - spiega l'Hollywood Reporter - per raccontare il suo adattamento del romanzo omonimo dell'israeliano Eshkol Nevo. Per il film non è stata ancora annunciata una nuova data d'uscita ne' si sa quanto si dovrà attendere vista la situazione italiana.

'Tenet' - L'ultimo film di Christopher Nolan non è stato rinviato. Il film uscirà nei cinema il 17 luglio e quindi si era pensato a Cannes come logica conseguenza. Molto probabilmente il film non avrà la sua premiere festivaliera.

'Last Night in Soho' - Il nuovo film di Edgar Wright, autore della trilogia del cornetto, 'Ant-Man' e 'Baby Driver', sarebbe stato perfetto per Cannes. Si trattava di un horror condito con viaggi nel tempo che con grandi probabilità avrà la sua premiere al TIFF a fine anno.