Addio a Mr Bass, che creò la più grande libreria del mondo

Trasformò il piccolo negozio del padre nel bookshop newyorkese Strand, che vanta trenta chilometri di volumi

Addio a Mr Bass, che creò la più grande libreria del mondo
 Afp
 Fred Bass con la figlia Nancy

È morto a 89 anni Fred Bass, l'uomo che trasformò la piccola bottega di volumi usati del padre nella mitica libreria newyorkese Strand, oggi la più grande del mondo con circa trenta chilometri di libri ("18 Miles of Books").

Il 'New York Times', nell'obituary con cui lo celebra, ricorda che Mister Bass aveva appena 13 anni quando cominciò a lavorare alla Strand al fianco del fondatore, il padre Benjamin. All'epoca era un negozio come tanti altri sulla Fourth Avenue. Da allora Fred, tranne due anni di servizio prestati nell'esercito degli Stati Uniti, vi avrebbe lavorato ininterrottamente fino al ritiro nel novembre scorso.

Il salto di qualità per la Strand avvenne nel 1956, con il trasferimento nei locali che occupa tuttora a Broadway, 12th Street. Avevano ospitato un negozio di abbigliamento, e chi richiami alla mente la sorte di tante librerie non mancherà di notare come generalmente lo sfratto avvenga in senso contrario.

Addio a Mr Bass, che creò la più grande libreria del mondo
 Afp
 Paul Shaffer, Nancy e Fred Bass

La libreria cominciò a espandersi progressivamente prendendo tutto il primo piano dello stabile, poi i tre piani interi negli anni Settanta.

In accordo alla strategia del padre, Bass perseguì una politica di acquisizioni selvagge: "Nei primi tempi ero solito pensare che fosse matto", avrebbe raccontato nel 2015 in una intervista al canale televisivo via cavo NY1: "Perché stiamo comprando tutti questi libri? Non li avremmo mai venduti tutti. Ma continuammo a comprare e comprare... C'era un dato di fatto: non puoi vendere un libro che non hai".

 

 

 

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it