Suonare in balcone per resistere all'isolamento

Suonare in balcone per resistere all'isolamento

Con chitarre, trombe e tamburi, ma anche pentole, coperchi e padelle l'Italia si è data appuntamento in balcone per suonare contro l'isolamento da coronavirus

Dopo il tam tam dei social delle ultime ore anche gli abitanti delle zone Marconi, Valle Aurelia e Monteverde a Roma si sono dati appuntamento alle 18 sui propri balconi per far sentire la propria “voce” suonando tutto ciò che avevano a disposizione: dai tamburi a pentole, coperchi e persino padelle e posate. In questo modo, attraverso la musica, hanno condiviso la buona regola di stare a casa. Immancabile il tricolore, un “Grazie Roma” gridato a squarciagola e l’arcobaleno con scritto “Andrà tutto bene”.