Sanremo: La Commissione Antimafia bacchetta la Raffaele: "Grave leggerezza sui Casamonica"

La battuta della conduttrice sulla giacca di Bisio non è piaciuta al pentastellato Nicola Morra

sanremo virginia raffaele casamonica

"Che i Casamonica possano diventare sul palco dell'Ariston oggetto di battuta come i Cesaroni o i Rossi è una leggerezza assai grave. Son convinto che tornando indietro la conduttrice di Sanremo non ripeterebbe l'errore. La Mafia non va normalizzata. La Mafia va asfaltata!". Così il presidente della commissione parlamentare antimafia, il pentastellato Nicola Morra, bolla la gaffe di Virginia Raffaele ieri sera sul palco dell'Ariston nel dire: "Salutiamo i Casamonica", battuta fatta a proposito della giacca damascata, con ricami verde, nero e oro e inserti lurex, con cui Claudio Bisio aveva fatto la sua entrata in scena in avvio del festival di Sanremo.

Una giacca così particolare da non passare inosservata tra i 'navigatori' del web. E lo stesso Bisio nel corso della trasmissione ci aveva poi scherzato dicendo "È arrivato un tweet sulla mia giacca, chiedono se la mia stilista è dei Casamonica". Ed è stato allora che la Raffaele, al suo fianco, ridendo ha fatto la battuta "Salutiamo i Casamonica", rendendosi però subito conto che era il caso di scusarsi e dire "Scherzavo, ora mi denunciano...". In soccorso era intervenuto lo stesso Bisio dicendo: "Non preoccuparti, siamo registrati poi la tagliano...". Ma ormai il guaio era fatto e sui social è stato un susseguirsi di tweet e commenti. Non sono mancati i tweet di chi invitava a sdrammatizzare e a ridimensionare il caso. Qualcuno ha ironizzato che la Raffaele "ha vinto una scorta". Un altro invece: "Come al solito un cinquino non ha capito un senso".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.