Salone del libro: l'editore di Altaforte indagato per apologia di fascismo

Lo stand della casa editrice, vicina a Casapound, verrà spostato di fronte allo spazio occupato dal ministero della Difesa per ragioni di sicurezza

salone libro altaforte fascismo

La Procura di Torino ha iscritto nel registro degli indagati Francesco Polacchi, editore di Altaforte, con l'accusa di apologia al fascismo per le frasi rilasciate alla trasmissione radiofonica 'La Zanzara' di Radio24: "Sono fascista, l'antifascismo è il vero male di questo Paese". Altaforte, casa editrice vicina a Casapound, è presente con uno stand al Salone del Libro di Torino.

Ieri era stato presentato un esposto da parte del presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e della sindaca di Torino, Chiara Appendino. Gli organizzatori del Salone del libro hanno intanto deciso di spostare lo stand di Altaforte in un'area piú sicura, vicino allo spazio occupato dal ministero della Difesa. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.