Perché dopo 8 mesi la fermata Repubblica della metro A è ancora chiusa

Una chiusura che ha sollevato tantissime polemiche in città, per la lentezza dell’intervento di riparazione e per lo stop avvenuto nei mesi successivi a più riprese anche delle vicine fermate di Barberini (guasto ad un gradino di una scala mobile) e Spagna (chiusura cautelativa poiché l’impianto è identico ai due che si sono rotti), che di fatto hanno lasciato il centro storico sprovvisto della metropolitana

quando riapre fermata repubblica
Alessandro Serrano' / AGF
Metro A Repubblica, Roma 

Dopo quasi otto mesi di chiusura la stazione Repubblica della linea A della metropolitana di Roma potrebbe riaprire entro la fine del mese di giugno. L’accesso è interdetto dallo scorso 23 ottobre, quando il tratto finale di una delle scale mobili si è rotto causando il ferimento di 24 persone, tifosi del Cska Mosca diretti allo Stadio Olimpico per un match di Champions League contro l’As Roma.

Una chiusura che ha sollevato tantissime polemiche in città, per la lentezza dell’intervento di riparazione e per lo stop avvenuto nei mesi successivi a più riprese anche delle vicine fermate di Barberini (guasto ad un gradino di una scala mobile) e Spagna (chiusura cautelativa poiché l’impianto è identico ai due che si sono rotti), che di fatto hanno lasciato il centro storico sprovvisto della metropolitana.  

La prossima settimana, il 18 giugno, spiegano fonti di Atac, la ditta Otis, produttrice delle scale mobili e curatrice della sua sostituzione, dovrebbe consegnare il lavoro completato nella stazione Repubblica. A quel punto l'azienda del trasporto pubblico romano potrà avviare il dialogo con gli uffici Ustif del Ministero dei Trasporti per le verifiche di rito.

Qualora queste avessero esito positivo la fermata Repubblica potrebbe riaprire nel giro di qualche giorno, dopo quasi 8 mesi di chiusura, prima della fine di giugno. 

A fine marzo il Campidoglio a guida 5 Stelle ha interrotto il contratto con la ditta Metro Roma che curava la manutenzione degli impianti accusando l’impresa di negligenza negli interventi. Che i risultati delle manutenzioni non brillassero, però, non era un dato sconosciuto ad Atac: già nella Carta dei Servizi 2018 dell’azienda, infatti, si legge che per il 2017 la disponibilità di scale e tappeti mobili era arrivata ad una performance di 81%, a fronte di un indicatore di qualità fissato al 96,5%.

 Per la riapertura della fermata Barberini, la stazione successiva a Repubblica in direzione Battistini, i tempi di riapertura appaiono invece più lunghi, la Procura ha autorizzato Atac ad avviare la diagnosi degli interventi da fare assieme alla ditta Otis. Solamente dopo la relazione che ne emergerà si potrà procedere ai lavori. 

Nel frattempo l’estate riserverà chiusure a singhiozzo su tutta la linea A della metropolitana. A partire dall'8 giugno, nei soli fine settimana, la linea A è interessata da lavori di rinnovo dell’infrastruttura ferroviaria. Dal 4 agosto, invece, i lavori avranno ad oggetto tratte più lunghe con un’interruzione fino al 25 agosto sul percorso interessato. Di fatto, per avere la linea A di nuovo completamente a disposizione, anche con la riapertura di Barberini, con ogni probabilità bisognerà attendere la fine dell’anno.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.