Donna uccisa a Latina, il marito confessa

Il corpo senza vita è stato trovato dalla figlia di 10 anni. L'omicidio al culmine di una lite. La coppia si stava separando

omicidio Cisterna latina
 Carabinieri

Un violento litigio culminato in una tragedia. Elisa Ciotti, classe 1984 nata a Velletri in provincia di Roma ma residente con il marito e la figlia di 10 anni in via Palmarola a Cisterna di Latina, è stata uccisa con un oggetto appuntito, probabilmente un punteruolo, un'arma ancora non rinvenuta dai carabinieri che dopo alcune ore di interrogatorio insieme al pm titolare dell'inchiesta, Andrea D'Angeli, hanno ottenuto una confessione da parte dell'uomo.

Tutto sarebbe accaduto durante la notte. La coppia si stava separando ma ancora divideva lo stesso tetto, intorno alle 4 del mattino è scoppiato l'ennesimo litigio e l'uomo, secondo una prima ricostruzione, avrebbe colpito a morte la moglie. Poi, intorno alle 7 sarebbe uscito di casa per andare regolarmente al lavoro con un collega camionista.

A dare l'allarme, poco dopo che il papà è andato via di casa, la figlia della coppia che ha chiamato un parente che a sua volta ha avvisato i carabinieri. I militari, giunti sul posto hanno trovato il corpo della vittima e la bambina in stato di choc. L'uomo, rintracciato e portato in caserma, ha confessato poche ore dopo.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.