"A Ischia c'è un'urbanizzazione che ha colpito e devastato tutto il territorio"

"A Ischia c'è un'urbanizzazione che ha colpito e devastato tutto il territorio"

Lo spiega all'AGI il direttore dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi), Tommaso Moramarco, all'indomani della frana e dei fiumi di fango che hanno colpito l'isola nelle ultime ore

ischia urbanizzazione colpito devastato territorio

Ischia, danni dopo il maltempo

AGI - "A Ischia c'è un'urbanizzazione che ha colpito e devastato tutto il territorio". La tragedia provocata nell'isola dall'ondata di maltempo quindi "non è legata solo al cambiamento climatico ma riguarda anche la cura del territorio". Lo dice all'AGI il direttore dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi), Tommaso Moramarco, riferendosi al fiume di fango che ha sommerso il Comune di Casamicciola.

"Dovremmo rispettare molto di più il nostro territorio. Quello che si è verificato - spiega l'esperto - è certamente legato ad un evento estremo perché sono caduti 126 millimetri di pioggia in 6 ore, il dato più alto degli ultimi 20 anni, ma è stato anche colpito un territorio completamente urbanizzato. Il fenomeno è complesso e coinvolge fattori come il clima e il consumo del suolo attivo visto che Ischia è una meta super turistica".

 

In un ambiente a elevato rischio idrogeologico "è mancata la manutenzione dei corsi d'acqua, dei canaloni, questi sono aspetti molto importanti che - continua Moramarco - consentono di mitigare l'effetto degli eventi estremi. Quello che e' successo non e' solo un problema dell'isola di Ischia ma e' anche una questione da porre a livello nazionale ed europeo".