È stata arrestata la ragazza che a Roma ha investito e ucciso un 18enne sul marciapiede

È stata arrestata la ragazza che a Roma ha investito e ucciso un 18enne sul marciapiede

Ubriaca e con tracce di cannabis, alla guida si una utilitaria ha prima abbattuto un palo della segnaletica e poi travolto il giovane. In passato le era stata sospesa la patente per guida in stato ebbrezza

roma arrestata ragazza Roma investito ucciso 18enne marciapiede

Polizia 

AGI -  È stata arrestata e messa ai domiciliari la 24enne che nella notte tra mercoledì e giovedì ha investito e ucciso un ragazzo di 18 anni sulla via Cristoforo Colombo, a Roma. La ragazza è stata trasportata all'ospedale Sant'Eugenio per alcune ferite riportate.

Per la donna sono stati richiesti gli esami tossicologici e alcolemici di rito, ed è risultata positiva all'alcol con un tasso pari a 1,57  e "non negativa" ai cannabinoidi. Inoltre, alla ragazza in passato era stata sospesa la patente per guida in stato ebrezza.  

Gli agenti hanno proceduto con l'arresto e con il sequestro dell'auto, a bordo della quale si trovava anche un passeggero, di anni 21 anni che ha riportato lievi ferite. Ulteriori accertamenti sono in corso da parte degli agenti della polizia locale di Roma Capitale per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti.

Il drammatico incidente è avvenuto all'angolo con via Giustiniano Imperatore. In ragazzo, che avrebbe compiuto 19 anni il mese prossimo, è stato travolto e ucciso mentre camminava sul marciapiedi. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio stradale.

Secondo quanto ricostruito, la 24enne avrebbe perso improvvisamente il controllo finendo sul marciapiede, sradicando prima un palo della segnaletica per poi travolgere il ragazzo, prima di schiantarsi contro il muro di cemento di un parcheggio. Illeso miracolosamente un altro giovane che era in compagnia della vittima.

Tra le cause del terribile incidente vi sarebbe l'alta velocità: nessun segno di frenata sull'asfalto. Francesco era figlio dei giornalisti del Corriere della Sera Paola Di Caro e Luca Valdiserri. "Il mio 18enne meraviglioso non c'è più. Il mio bambino che aveva a cominciato a correre nella vita. Un'auto nella notte lo ha investito e non tornerà. Nulla più tornerà. Nulla ha più senso. Nulla", scrive su Twitter la mamma.

E sullo stesso social sono arrivati i messaggi di molti esponenti politici. "Cammineremo con te, perché tu non sia sola mentre attraversi l'inferno", è il Tweet di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia. "Cara Paola, solo Dio potrà rendere più lieve il dolore che sta straziando la tua famiglia. Lo preghiamo per questo e perché accompagni tuo figlio nell'altra vita. Tua figlia ti permetterà di andare avanti. E dal cielo lui vi proteggerà", scrive Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.

"Da papà, un abbraccio immenso e una preghiera", è invece il Tweet del leader leghista, Matteo Salvini. A questi si aggiunge quello di Carlo Calenda: "Impensabile dolore. Ti siamo vicini. Un grandissimo abbraccio" e del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: "Un immenso dolore per cui non ci sono parole, cara Paola, solo un abbraccio a te e alla tua famiglia".