Una soldatessa in bici è stata uccisa da una ragazza che guidava ubriaca a Ischia

Una soldatessa in bici è stata uccisa da una ragazza che guidava ubriaca a Ischia

Cassandra Mele, 37 anni, era una veterana di missioni di pace in Afghanistan e di recente in soccorso dei profughi in Ucraina

soldatessa bici uccisa da ragazza guidava ubriaca Ischia

© Cassandra Mele / Facebook - Cassandra Mele

AGI - È positiva all'alcool test la ragazza di 26 anni di Ischia che alla guida della sua auto si è scontrata con la bicicletta in sella a cui era il maresciallo maggiore dell'Esercito Cassandra Mele, 37 anni, uccidendola. I carabinieri l'hanno arrestata per omicidio stradale ed è ai domiciliari in attesa di giudizio.

Verso le 7 Mele percorreva in bici via Vico quando è stata investita dalla vettura guidata dalla ventiseienne che veniva dal senso di marcia opposto. La soldatessa è morta sul colpo.

Cassandra Mele era nell'isola che chiamava "casa mia", in licenza. Tre le sue passioni: il mare, la sua terra che aveva tatuato anche sul corpo e la bici. Ogni volta che arrivava a Ischia, saltava in sella e tra salite e discese, si godeva i panorami. È proprio su quella bici che Cassandra Mele, in servizio alla Caserma Berardi del terzo Reggimento degli Alpini, ha trovato la morte.

La sua è stata una vita dedica alla divisa con la quale ha girato il mondo in Paesi difficili. Missioni di pace in Afghanistan e di recente anche al confine con l'Ucraina per soccorrere i profughi. Sulla pagina Facebook decine di foto della sua 'fuga' a Ischia. Nella sua ultima storia quasi una frase profetica: "Il dolore quasi sempre ti regala coraggio ed è il suo modo per farsi perdonare", aveva scritto.