Undici regole di mimetizzazione per i terroristi "lupi solitari"

Undici regole di mimetizzazione per i terroristi "lupi solitari"

I carabinieri trovano il 'manuale' nello smartphone dell'egiziano arrestato per terrorismo

Ros regole mimetizzazione lupi solitari

 Isis terroristi jihadisti

AGI - Undici regole di "sicurezza" e "dissimulazione" pensate per militanti IS e “lupi solitari”. I carabinieri del Ros le hanno trovate nella memoria dello smartphone di H.F.I.M., 37enne egiziano destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per partecipazione a un'associazione con finalità di terrorismo  internazionale e addestramento con finalità di terrorismo.


    Queste, nel dettaglio, le raccomandazioni, riportate nel testo dell’ordinanza.

  1. "Reperisci l’informazione che serve, senza basarsi sul fattore dell’accertata fiducia nell’altrui persona lasciandoti andare a molteplici richieste"
  2. "Non essere abitudinario nel vestire, nel mangiare e negli spostamenti facilitando il tuo monitoraggio al nemico"
  3. "Metti in sicurezza la tua cerchia sociale (moglie, familiari, parenti), violare la tua cerchia significa violarti"
  4. "Non essere preda dell’ira e del nervosismo davanti agli altri. La provocazione è un mezzo per ottenere le informazioni da te"
  5. "Integrati nell’ambiente in cui vivi, non essere diverso dagli altri, non assumere abitudini diverse da quelle loro attirando l’attenzione su di te"
  6. "Discuti e dissenti poco con chi ti circonda. Dice il proverbio ‘Chi parla moilto, sbaglia molto’"
  7. "Custodisci in tuoi strumenti in luogo sicuro, non custodire in casa cio’ per cui puoi essere perseguito"
  8. "Sii sempre vigile, presente e guardingo"
  9. "Disbriga le tue faccende in modo riservato. Abituati ad operare in segretezza"
  10. "Mantieni relazioni equilibrate con i vicini. Non inimicarti nessuno"
  11. "Non cadere in preda dei desideri, essi limitano il tuo operare. Sii vigile ed opera in silenzio”.