Bambino di 13 mesi cade dalla finestra, è gravissimo. Fermata la baby sitter

Bambino di 13 mesi cade dalla finestra, è gravissimo. Fermata la baby sitter

È successo a Soliera nel Modenese. La donna è stata interrogata in caserma, presente anche il magistrato. La nonna all'AGI:"La baby sitter seguiva il bambino già da qualche mese, non aveva mai dato segni di squilibrio"

bambino caduto dalla finestra soliera fermata baby sitter

© AGI - La casa di Soliera dove è avvenuto l'incidente

AGI - Fermata dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio la baby sitter di 32 anni che questa mattina si trovava in casa a Soliera, nel Modenese, con un bimbo di tredici mesi, poi caduto dal secondo piano dell'abitazione, sembra da una finestra, e ricoverato in gravi condizioni in ospedale.

La donna è stata interrogata in caserma, presente anche il magistrato. Il bambino è ricoverato in gravissime condizioni e in pericolo di vita all'ospedale Maggiore di Bologna dopo essere caduto da una finestra dell'appartamento famiglia da un'altezza di circa tre metri. È successo intorno alle 10. Secondo quanto emerso, a dare l'allarme sono stati i vicini che hanno visto il corpicino del piccolo riverso a terra.

Sul posto sono arrivati in poco tempo i sanitari del 118 che hanno predisposto il ricovero in eliambulanza verso il nosocomio del capoluogo regionale. 

La nonna, stabilizzato ma è grave

"Il bimbo è in terapia intensiva, è stato stabilizzato ma è grave. Speriamo bene". Lo ha detto la nonna del piccolo caduto stamattina da una finestra sul retro di una palazzina a Soliera, nel modenese. La nonna è giunta poco fa nella villetta dove è avvenuta la tragedia, si è fermata qualche minuto e poi ha richiuso la porta della casa. I genitori del bimbo sono all'ospedale Maggiore di Bologna.

"Per fortuna in casa c'era anche la donna delle pulizie".Ha aggiunto la nonna del piccolo. Alla domanda se questa donna possa aver visto cosa e' accaduto, la nonna ha detto: "ci sono indagini in corso".

"La baby sitter seguiva il bambino già da qualche mese, non aveva mai dato segni di squilibrio". Ha detto all'AGI la nonna del bambino

"Siamo scioccati - ha aggiunto- è  una cosa troppo brutta da raccontare. Non posso dire altro, ci sono indagini in corso".