agi live
Anonymous ha hackerato la Nestlé, prelevati 10 giga di dati, di e-mail e password dei clienti

Anonymous ha hackerato la Nestlé, prelevati 10 giga di dati, di e-mail e password dei clienti

L'azione, rivendicata dal collettivo di hacker su Twitter con l'hashtag #BoycottNestle, è arrivata allo scadere delle 48 ore che il collettivo aveva dato alla società per lasciare la Russia di Vladimir Putin dopo l'invasione dell'Ucraina cominciata il 24 febbraio scorso

attacco hacker anonymous nestle

©  (Afp) -  Un membro di Anonymous nascosto dalla celebre maschera di Guy Fawkes

AGI - Anonymous ha pubblicato il database della più grande azienda alimentare del mondo, Nestlé. Sono stati prelevati 10 giga di dati, di e-mail, password, clienti aziendali Nestlé, insieme a un campione di dati di più di 50.000 clienti business.

L'azione, rivendicata dal collettivo di hacker su Twitter con l'hashtag #BoycottNestle, è arrivata allo scadere delle 48 ore che il collettivo aveva dato alla società per lasciare la Russia di Vladimir Putin dopo l'invasione dell'Ucraina cominciata il 24 febbraio scorso.

"Anonymous - ha ricordato Antonio Pescapè, ordinario di Sistemi di elaborazione delle Informazioni presso il dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell'Informazione (DIETI) dell’Università di Napoli Federico II - aveva dato due giorni di tempo, minacciato chi non lo avesse fatto di diventare l'obiettivo delle loro azioni di hacking".

Il 2 marzo scorso l'azienda americana, in un comunicato diffuso anche via social, aveva preso le distanze dalla guerra ("non è una soluzione") schierandosi con la comunità internazionale e per la pace. 

Nel 2021 tre attacchi su 4 hanno colpito con malware mai visti prima

Numeri preoccupanti e una tendenza in crescita. A rilevarlo è stata Yoroi nel report annuale sulla sicurezza cibernetica di aziende e istituzioni italiane. "Il phishing e lo spear phishing sono i vettori più adottati nel 2021 per avviare la catena di attacco".

Nell'anno passato i due maggiori fenomeni osservati a livello di sicurezza informatica sono stati quello della "Double Extortion" e quello degli attacchi alla Supply Chain.  

La telemetria offerta dalla piattaforma Yoroi ha permesso di estrarre una serie di statistiche riguardo attacchi di tipo "zero-day Malware", ovvero Malware non noti alle firme dei sistemi antivirus, essendo il 76% delle minacce Malware di tipo 0-day. In questo contesto, si legge sul rapporto, il phishing e lo spear phishing sono i vettori più adottati nel 2021 per avviare la catena di attacco.