In un cimitero di Pescara sono state trovate ossa umane abbandonate in alcune buste

In un cimitero di Pescara sono state trovate ossa umane abbandonate in alcune buste

I dipendenti dell'impresa che si è aggiudicata i lavori, dopo aver abbattuto un muro hanno trovato i resti umani di persone decedute approssimativamente negli anni '60 e '70 e lì accatastati probabilmente nel decennio successivo

In cimitero Pescara ossa umane abbandonate in buste

© Google Earth 
- Cimitero di Pescara Colle Madonna

AGI - Ossa umane abbandonate in buste e cassette. E' la macabra scoperta fatta dagli operai durante i lavori di consolidamento dei loculari del cimitero di Colle Madonna, a Pescara. In particolare, i dipendenti dell'impresa che si è aggiudicata i lavori, dopo aver abbattuto un muro - dove prima esisteva una porta d'accesso ai tunnel - hanno trovato i resti umani di persone decedute approssimativamente negli anni '60 e '70 e lì accatastati probabilmente nel decennio successivo, tutto questo in violazione delle norme di legge. E' stata subito informata la società che gestisce i servizi cimiteriali, Ambiente Spa e, di conseguenza, il Comune.

La vicenda è stata al centro di una videoconferenza stampa tenutasi questa mattina e alla quale hanno partecipato il sindaco Carlo Masci, l'assessore Mariarita Paoni Saccone, il presidente e il direttore generale di Ambiente Spa, Massimo Papa e Massimo Del Bianco.

"Compito del sindaco e dell'amministrazione - ha detto Carlo Masci - è stato quello di investire del caso la Asl e la Procura della Repubblica, cui spettano le conclusioni sul caso. Sappiamo che la Asl ha già eseguito un sopralluogo e quindi ritengo che riceveremo precise indicazioni sul da farsi". Massimo Papa, ha sottolineato come "siamo stati applicati i disposti del DPR 285/90 e quindi abbiamo tempestivamente avvisato il Comune. Complessivamente nei due spazi interessati sono state trovate 400 cassette di zinco e 150 buste contenenti ossa. Preciso che si tratta di numeri approssimativi".

Massimo Del Bianco ha aggiunto che "è stata fatta una prima analisi dei registri sulla base dei nominativi indicati sulle cassette. In genere i resti vengono condotti nell'ossario e solo a quel punto perdono la loro identità. In questo caso ciò evidentemente non è avvenuto". Il sindaco ha chiarito che le opere di consolidamento e messa in sicurezza del cimitero di Colle Madonna continueranno.

Si tratta di interventi nella porzione orientale del cimitero, dove vi è la presenza di manufatti, in muratura e cemento armato, che sono in precarie condizioni statiche. Si tratta di criticità determinate soprattutto da sfaldamenti che si sono ulteriormente evidenziati a seguito delle intense precipitazioni verificatesi negli anni 2015, 2017 e 2019.