Il Cts: niente quarantena dopo il contatto stretto con un positivo se si è vaccinati con 3 dosi

Il Cts: niente quarantena dopo il contatto stretto con un positivo se si è vaccinati con 3 dosi

Al vaglio degli esperti l'ipotesi di abbreviare i tempi dell'isolamento per evitare la paralisi delle attività economiche

covid cts riunito per valutare nuove regole su quarantena

© AGF - Roberto Speranza e Franco Locatelli

AGI - Niente quarantena dopo il contatto stretto con un positivo se si è vaccinati con tre dosi (o due, compreso il booster, se si è fatto il monodose Johnson & Johnson). Sarebbe questa, a quanto apprende l'AGI, l'indicazione del Comitato tecnico-scientifico chiamato a rimodulare le quarantene, emersa dopo una riunione-fiume durata oltre quattro ore.

Non sarebbe prevista neanche l'esecuzione di un tampone di controllo in corso d'opera. Unica condizione, ovviamente, la mancata insorgenza di sintomi sospetti: in questo caso invece scatta il normale protocollo, con isolamento fiduciario e tampone prima possibile.

Il parere del Cts, sempre a quanto appreso, conterrebbe comunque la raccomandazione, in caso di contatto stretto recente con un positivo, ad evitare occasioni di contagio come concerti, stadi, feste ecc.

È stata una lunga riunione, iniziata poco dopo le 11 e conclusa intorno alle 15.30, quella del Comitato tecnico-scientifico, chiamato dal Governo a esprimere un parere sulla rimodulazione della quarantena per chi ha le tre dosi di vaccino.

A quanto apprende l'AGI, il Cts ha affrontato solo questo punto, senza allargare il discorso ad altre misure che potrebbero essere adottate a gennaio come alcuni osservatori avevano ipotizzato vista la riunione fiume. E sulla rimodulazione della quarantena è pronto il parere formale del Comitato che sarà ora sottoposto al vaglio del Governo, che alle 16.30 ha convocato la Cabina di Regia.

Aggiornato alle ore 17,00