Ucciso da una valanga Jacopo Compagnoni, fratello di Deborah

Ucciso da una valanga Jacopo Compagnoni, fratello di Deborah

Aveva 40 anni, era maestro di sci e guida alpina come il papà Giorgio. Era in escursione con un amico

Valanga Valfurva morto fratello Deborah Compagnoni

© Profilo Facebook - Jacopo Compagnoni

AGI - Il maestro di sci e guida alpina ucciso da una valanga in Valfurva, è Jacopo Compagnoni, 40 anni, fratello dell’ex campionessa di sci Deborah. Lo apprende l’AGI dall’entourage della campionessa.

Jacopo Compagnoni, 40 anni, lascia due bambine: era guida alpina come papà Giorgio. La sorella Deborah “è profondamente scossa”.

Compagnoni è stato travolto e ucciso da una slavina mentre stava compiendo assieme ad un amico, ricoverato per lo schock in codice verde, un’escursione di sci alpinismo nella zona del Monte Sobretta a circa 2.850 metri in Alta Valtellina in provincia di Sondrio.

Secondo le prime informazioni la valanga che lo ha travolto attorno alle ore 12 aveva un fronte di circa cento metri. Lo sfortunato fratello dell’ex campionessa di sci alpino è deceduto poco dopo l’arrivo in elicottero in ‘codice rosso’ a Sondrio. Deborah Compagnoni, 51 anni compiuti lo scorso 4 giugno, in carriera vanta tre ori olimpici e tre titoli mondiali.

È stato l'amico, rimasto illeso a prestare i primi soccorsi a Jacopo Compagnoni.

L'uomo ha quindi chiamato immediataente il 112. La centrale operativa ha inviato sul posto l’elisoccorso di Sondrio di Areu.

Sono state anche allertate le squadre della stazione di Valfurva della VII delegazione Valtellina Cnsas e il SaGf. Per il fratello della campionessa olimpica, però, non c’era più nulla da fare. Troppo gravi ed estesi i traumi subiti. Jacopo Compagnoni è morto poco dopo l’arrivo all'ospedale di Sondalo, in provincia di Sondrio.