Verdone: "Mi avevano proposto candidarmi sindaco, rifiutai"

Verdone: "Mi avevano proposto candidarmi sindaco, rifiutai"

  Il regista e attore romano: "Ho risposto che nella vita si può fare un lavoro solo. Ci vuole passione e preparazione"

Roma Verdone mi avevano proposto candidarmi sindaco rifiutai

Carlo Verdone

AGI - "La proposta di candidarmi a fare il sindaco di Roma è vera, me lo proposero persone serie, un po' di anni fa. Sono venuti con dei sondaggi che mi davano vincente al primo turno con il 70%. Ma non ci ho pensato un attimo, ci ho messo 30 minuti per dire no". Lo ha raccontato Carlo Verdone nel corso della conferenza stampa alla Festa del cinema di Roma dove ha presentato in anteprima la serie tv 'Vita da Carlo' che andrà in onda su Amazon Prime video dal 5 novembre,

"Ho risposto che nella vita si può fare un lavoro solo - ha proseguito - ci vuole passione e preparazione. Perchè dovrei abbandonare un lavoro cominciato nel lontano '71 in un piccolo teatrino romano?". 

Quanto alla serie, "io ero molto incerto, però era un'opportunità nuova", ha spiegato Verdone. "Era intrigante percorrere un sentiero nuovo. Sono partito con i 35 millimetri di 'Un sacco bello' e sono arrivato a questa serie, decenni di carriera... e ho detto 'proviamoci'. Un lavoro spaventoso tanto che mi sono dovuto avvalere dell'aiuto di Arnaldo Catinari al quale dico grazie".

"Mi sono detto vediamo se riesco ad avere più libertà rispetto a un film che è più difficile perché deve accadere tutto in un’ora e 50 minuti. Qui no, è tutto più dilatato e ci puoi arrivare piano piano".  

È una serie, ha aggiunto Verdone, "dove il 35-40% di quanto raccontato è vero. C’è molto della mia vita privata e questo ha fatto sì che recitassi in maniera più leggera e intima, con grande naturalezza e serenità".