Il giallo dell'informatico 30enne scomparso a Milano

Il giallo dell'informatico 30enne scomparso a Milano

L'unica anomalia riscontrata dagli inquirenti nelle ore precedenti alla sua sparizione era stato il furto dello zaino subito dal giovane informatico in un'enoteca tra Porta Venezia e piazza della Repubblica

giallo informatico 30enne scomparso Milano

Giacomo Sartori

AGI - Un 30enne originario della provincia di Belluno, Giacomo Sartor, è scomparso da Milano, città in cui lavora da sabato 18 settembre. L'auto aziendale che ha in uso da stata trovata nel pomeriggio dalle parti del Comune di Casorate Primo (PV) regolarmente chiusa e la Procuraha aperto un'indagine.

La Prefettura di Pavia ha dirmato le ricerche del giovane nell'area in cui è stata trovata l'auto aziendale, una Polo VolksWagen. Le condizioni del veicolo sarebbero buone, il che non farebbe pensare a un incidente, ma ogni scenario è aperto. "Sono momenti molto difficili. Speriamo di avere presto buone notizie", aveva detto all'AGI nel pomeriggio una cugina di Giacomo Sartori, prima che trapelasse la notizia del ritrovamento.

L'unica anomalia riscontrata dagli inquirenti nelle ore precedenti alla sua sparizione era stato il furto dello zaino subito dal giovane informatico in un'enoteca tra Porta Venezia e piazza della Repubblica. 

Sabato 18 settembre Giacomo ha disertato gli appuntamenti già fissati e dall'azienda di Assago, dove lavora, è stata contattata la famiglia. Secondo le informazioni confermate dall'associazione Penelope, a cui la famiglia si sta appoggiando in queste ore, è stato visto per l'ultima volta venerdì sera nel locale in cui poi è avvenuto il furto.

Intorno alle 23,30 si è allontanato manifestando solo un leggero turbamento per il furto. Amici e parenti hanno aperto la pagina Facebook 'Missing Giacomo Sartori' per condividere la foto del giovane e invitare a contattarli chi avesse sue notizie.