agi live
Sileri: "La terza dose di vaccino sarà necessaria"

Sileri: "La terza dose di vaccino sarà necessaria"

Il sottosegretario alla Salute si schiera a favore di un richiamo "da fare quando gli studi diranno che è opportuno". Sui numeri dei morti fra i vaccinati "nessuno tace", ma non possono essere paragonati le vittime della malattia

sileri terza dose vaccino covid necessaria

©  Alessandro Bremec / NurPhoto via Afp  - Il sottosegretario Sileri
 

AGI - "La terza dose di vaccino sarà necessaria perché gli studi dimostrano che cala l'immunità dei vaccinati e diminuisce per prima in coloro che non hanno una completa immunocompetenza". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri ai microfoni di Radio anch'io. "Gli studi in corso in tutti i Paesi occidentali - ha aggiunto - ci diranno quale sarà il momento opportuno per fare il richiamo.

Il sottosegretario ha aggiunto che "nessuno tace il numero di morti delle persone vaccinate, ma non paragoniamo le occasionali complicanze che possono esserci a seguito del vaccino con la realtà dei numeri dei pazienti morti per Covid: 130 mila morti è un numero molto alto". 

Sileri non entra invece nelle polemiche seguite alla proposta dell'assessore della Sanità del Lazio di far pagare i ricoveri ai 'No Vax'. "C'è l'obbligo da parte del servizio sanitario nazionale di curare tutti indistintamente anche coloro che hanno un comportamento a rischio. È chiaro che non vaccinarsi è un comportamento a rischio, ma ci sono moltissimi altri esempi come usare stupefacenti prima di mettersi alla guida", ha spiegato. 

"Il nostro compito da medici è curare tutti indistintamente, è evidente che la provocazione di D'Amato fosse indirizzata a far capire quanto oggi il servizio sanitario nazionale sia incentrato prevalentemente contro il Covid", è la conclusione di Sileri.