La 'musica diffusa' arriva nei cortili delle case popolari di Milano
ESCLUSIVA AGI

La 'musica diffusa' arriva nei cortili delle case popolari di Milano

Nuovo traguardo, dopo i mercati e la mensa dei poveri, per "Concerti per tutti", l'obiettivo di Lucia Martinelli e dell'associazione Musica nell'aria. "La gente è entusiasta, me lo ha detto una signora di 102 anni" 

musica diffusa cortili case popolari milano

AGI - La musica è di tutti e per tutti, regala emozioni, tocca delle corde che ognuno ha dentro di sé. Lo diceva qualche giorno fa il sovrintendente del teatro alla Scala, Meyer, che non a caso sta organizzando una serie di concerti in periferia.

E lo pensa da sempre anche la pianista Lucia Martinelli che con la sua associazione 'Musica nell’aria', è impegnata a portare la musica ‘verso’ chiunque voglia ascoltarla, dando vita a concerti nei mercati cittadini, all’esterno della mensa per i poveri e sui pianerottoli di casa.

Adesso, d’accordo con il comitato di quartiere San Siro, il prossimo venerdì 2 luglio alle 18.30 riempirà di note i cortili delle case popolari, dell’Aler, della zona. 

Un violoncello e un violino incanteranno chi vorrà godersi il concerto di Yuriko Mikami e Alberto Bràmani, che hanno scelto per l’occasione un repertorio vario e adatto a più palati: si va dall’inno alla gioia di Beethoven a Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morricone, dalla Primavera di Vivaldi a Bad romance di Lady Gaga, fino a Sweet child O’ mine dei Guns N’ Roses.

“Da tempo sto lavorando su questo progetto – ha raccontato all’AGI Lucia Martinelli -. La mia missione, avvicinare tutte le persone alla musica classica, mi ha portato a organizzare un concerto a San Siro, grazie al comitato di quartiere e al consigliere Federico Bottelli, che ci hanno creduto”. E’ un primo passo verso questi spazi e “spero che ci siano altre occasioni simili anche in altre zone della città”

“Sono le persone ‘semplici’, quelle meno abituate alle sale da concerto a cui io voglio arrivare – aggiunge -, quelle che per vari motivi non riescono ad andare a teatro ad ascoltare musica classica”. Ogni volta che lei e i suoi colleghi si esibiscono in giro, in luoghi inusuali della città, Lucia racconta di un “grande entusiasmo” e di una partecipazione che li spinge a continuare e andare avanti a creare occasioni, per stare insieme nutrendosi di musica.  

 “Mi ha colpito la gioia di una signora di 102 anni su una carrozzina completamente cosciente e felice finalmente di ascoltare musica dal vivo dopo tanti anni”.

musica diffusa cortili case popolari milano

Stavolta poi c'è una piccola novità: le note saranno accompagnate dalle parole. “Yuriko al Violoncello e Alberto al Violino racconteranno anche qualcosa, vita e aneddoti, sui compositori che eseguiranno. E io, mentre loro suonano, girerò in mezzo al pubblico perché, da musicista, mi sento anch'io di raccontare e far vedere dal vivo strumenti che purtroppo alcuni non hanno mai visto".