"Sul mix vaccinale il ministero della Salute ha sbagliato la comunicazione"

"Sul mix vaccinale il ministero della Salute ha sbagliato la comunicazione"

Per il sottosegretario Sileri "era più sensato lasciare aperta l'opzione di fare anche la seconda dose con AstraZeneca per chi preferisce evitare l'eterologa" 

Covid Pierpaolo Sileri vaccini AstraZeneca

Pierpaolo Sileri

AGI - ““Sul mix vaccinale c'è stato errore di comunicazione da parte del ministero della Salute”. È netto il giudizio del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, che in un’intervista a La Stampa afferma che“Dentro al ministero ci sono grandi professionalità, ma anche diverse cose che potrebbero funzionare molto meglio”. 

 “Era più sensato - spiega -  lasciare aperta l'opzione di fare anche la seconda dose con AstraZeneca, per chi preferisce evitare l'eterologa, che resta comunque la soluzione più sicura ed efficace.

Ma il vaccino AstraZeneca continua a essere autorizzato dall'Ema sopra i 18 anni, quindi, se uno vuole fare il richiamo con quello, è giusto che possa farlo. Poi, da medico, farei delle distinzioni”. In sintesi, dice Sileri, “sarei molto rigoroso nel consigliare Pfizer o Moderna per le donne sotto i 50 anni ed eviterei sempre di dare AstraZeneca ai giovani sotto i 30 anni.

Tutti negano di aver contribuito alla ‘confusione’ sul fronte vaccini, riconosciuta pubblicamente dal premier Draghi”, la quale però “è legata al fatto che la pandemia è un'emergenza molto dinamica, in cui bisogna continuamente riadattare la campagna vaccinale alle nuove evidenze scientifiche.

Ma bisogna farlo con indicazioni chiare, che probabilmente non erano tali, a causa di seri problemi di comunicazione”.

Quindi sull’eterologa Sileri conclude: “Comunque credo che la stessa opzione dovrebbe essere consentita a tutti i cittadini over 60 che hanno fatto la prima dose con AstraZeneca e preferiscono fare la seconda con Pfizer o Moderna. Anche se il protocollo prevede per loro il richiamo con lo stesso vaccino, darei libertà di scelta, con lo stesso criterio applicato per gli under 60”.