Una “olgettina”  andrà a processo a Monza per tentata estorsione

Una “olgettina”  andrà a processo a Monza per tentata estorsione

Giovanna Rigato è stata rinviata a giudizio dopo la denuncia presentata da Silvio Berlusconi. Avrebbe chiesto 500 mila euro in cambio del silenzio sulle feste ad Arcore

olgettina processo monza tentata estorsione

Karima al Marough, detta Ruby 

AGI  - Andrà a processo il 15 maggio prossimo a Monza, Giovanna Rigato, una delle cosiddette “olgettine”, dopo la denuncia per tentata estorsione presentata nei suoi confronti dall’ex premier Silvio Berlusconi.

Il fatto è emerso oggi durante l’udienza del processo Ruby ter in corso alla fiera di Milano, mentre si svolgeva l’interrogatorio di un teste di pg da parte del difensore dell’ex premier, Federico Cecconi.

L’avvocato ha infatti chiesto al presidente della settima sezione del Tribunale di Milano, Marco Tremolada, di mettere agli atti del processo il decreto che dispone il giudizio firmato dal gup di Monza il 10 marzo scorso.

La showgirl ed ex concorrente del Grande Fratello, secondo l’accusa, in due occasioni avrebbe chiesto 500 mila euro in cambio del suo silenzio su quello che avveniva a Villa San Martino.