Il negazionista sardo travestito da pecora

Il negazionista sardo travestito da pecora

È entrato in un negozio senza mascherina, belando e tossendo, finché non sono arrivati i carabinieri a multarlo: 400 euro

Covid negazionista travestito da pecora multato Sardegna

© Facebook - Il negazionista sardo travestito da pecora

AGI - È entrato in un market travestito da pecora, senza mascherina, imitando il belato degli ovini con accenni a colpi di tosse per poi asciugarsi la bocca con un rotolo di carta igienica. Lo sbeffeggio a chi si preoccupa del contagio da Coronavirus è stato anche filmato e postato su Facebook. È successo a Sarroch, paese a circa 25 chilometri da Cagliari, dove il negazionista sardo è stato individuato e sanzionato. È un operaio di 35 anni del luogo che ora dovrà ora pagare una multa da 400 euro.

Stando a quanto riferito da alcuni testimoni, l'uomo sarebbe anche entrato in alcuni negozi all'urlo di "sono positivo". L'operaio ieri è stato fermato dai carabinieri che lo hanno bloccato in un esercizio commerciale nel quale era entrato con indosso una mascherina FFP2 tagliata sul davanti.