Arriva il 'tampone sospeso' a Palermo per chi non può pagarselo

Arriva il 'tampone sospeso' a Palermo per chi non può pagarselo

L'iniziativa è di un anonimo che ha deciso di offrire una somma per consentire di erogare i test ai più poveri e il Policlinico ha assicurato che proseguirà

tampone sospeso Palermo


AGI - Come il caffè sospeso a Napoli, che consente al prossimo cliente in un bar di poterne godere senza pagarlo, arriva il "tampone sospeso" a Palermo. Si tratta di un'iniziativa di beneficenza rivolta a persone meno abbienti per ricevere un test Covid-19 in maniera totalmente gratuita, in modalità drive-in al Policlinico Paolo Giaccone.

Il tampone potrà essere richiesto da utenti con Isee inferiore a 8 mila euro. Il suggerimento dell'iniziativa, spiega l'ospedale, proviene da un utente, che preferisce rimanere anonimo: dopo aver fruito del servizio ‘tamponi drive-in clinics’ erogato dall’Unità di Staff Risk Management e Qualità, ha deciso di offrire una somma per consentire di erogare test tamponi agli utenti meno fortunati.

"L’iniziativa di beneficenza proseguirà comunque – sostiene l’Ingegnere Alessandro Caltagirone, commissario straordinario dell'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Paolo Giaccone - sarà infatti l’Azienda ospedaliera a sostenere l’esecuzione del servizio, per dare seguito all’iniziativa del nostro benefattore pervenuta all’Unità di Staff Risk Management e Qualità di cui è responsabile il Prof. Alberto Firenze’’.

L’Unità di Staff Risk Management e Qualità presso il Policlinico di Palermo effettua tamponi senza scendere dall’auto già da maggio 2020, e "accoglie con immenso piacere tale progetto partecipando con grande entusiasmo".