All'abbazia di Fossanova la preghiera si fa in diretta social

All'abbazia di Fossanova la preghiera si fa in diretta social

 Padre Andrea, romano di 53 anni, racconta all'Agi di come ha organizzato in diretta - ogni giorno alle 15, puntualissimo - una Coroncina della Misericordia 

covid preghiera abbazia fossanova diretta social

AGI - Dall'Abbazia di Fossanova preghiere online (a richiesta) per supportare i fedeli al tempo del Coronavirus. L'idea è del parroco Padre Pablo Scaloni che ha incaricato un confratello, Padre Andrea David, entrambi sacerdoti dell'Istituto del Verbo Incarnato, che dal settembre del 2017 gestiscono la bellissima abbazia del 1200 incastonata nel borgo storico a ridosso del comune di Priverno, giù tra la fine dei Monti Lepini e Terracina.

Padre Andrea, romano di 53 anni, ha scoperto la sua vocazione all'età di 26 anni "prima - racconta - avevo lavorato con mio padre che era un artista e persino in un ristorante italiano a Disneyworld, in Florida". Dopo il noviziato, a Ponzano Romano, la partenza per un lungo percorso in Argentina, Bolivia, Cile, Paraguay, Peru, Brasile, e il ritorno in Italia per gli studi alla Pontificia Università Angelicum.

"E la provvidenza mi ha mandato qui, a Fossanova", racconta Padre David che dal 9 marzo, all'inizio del lungo percorso del lockdown, ha deciso di continuare ad incontrare i fedeli e di farlo in un modo particolare, non tanto per la scelta di utilizzare la pagina Facebook intestata all'Abbazia di Fossanova ma perché Padre David, quasi come un annunciatore radiofonico, ha organizzato in diretta - ogni giorno alle 15, puntualissimo - una Coroncina della Misericordia. Si tratta di una forma di preghiera chiesta durante una apparizione di Gesù - cosi' racconta la storia - a suor Maria Faustina Kowalska, nata in Polonia il 25 agosto 1905 e canonizzata nel 2000 da Giovanni Paolo II.

"Tutti i giorni, tranne il giovedì perché devo dedicarmi ai numerosi altri impegni dell'Abbazia - racconta padre Andrea - abbiamo moltissime persone che ci seguono. Preghiamo insieme in diretta, rispondo alle richieste di preghiera tramite i messaggi che arrivano sulla chat di Facebook e abbiamo persino organizzato una linea whatsapp dove tutto il giorno i fedeli possono inviare le loro richieste. Abbiamo molti seguaci, tantissimi anche fuori dalla Diocesi, da tutta Italia, a dire il vero anche da molte zone del mondo".

"Questa iniziativa - racconta padre Andrea - è nata proprio per restare tutti vicini, in un modo alternativo, e per dire alle persone, soprattutto agli anziani che magari si fanno aiutare da qualche familiare per vederci e pregare con noi, che non sono soli. Sono stati mesi durissimi per tutti e a noi sacerdoti manca molto il contatto diretto, reale, con i nostri fedeli, facciamo il possibile per essere presenti sempre ma questo ci sembrava un ulteriore modo per far sentire la vicinanza del Signore e per coinvolgere la comunità nella preghiera".

La scelta dell'orario della preghiera non è ovviamente casuale: alle ore 15, cosi' recita la storia di Santa Suor Faustina, è l'orario dedicato alla Coroncina che Gesù avrebbe indicato nel corso dell'apparizione proprio perché è lo stesso orario della sua morte sulla croce. Padre Andrea ha intenzione di portare avanti il progetto, insieme ai suoi confratelli del Verbo Incarnato, perché ormai è un appuntamento fisso ed irrinunciabile. 

"C'è bisogno di pregare per tante persone che soffrono ed ogni mezzo è buono. Noi non perdiamo tempo, oggi ad esempio non ero a Fossanova ma mi trovavo a Roma per altri impegni - racconta padre Andrea - e ho organizzato la diretta da un negozio di articoli religiosi di proprietà di un amico, a Borgo Pio. Non potevo saltare l'appuntamento perché è un impegno importante che molte persone aspettano. Insomma, niente disservizi: la preghiera non conosce ostacoli".