Colpi non casuali su Willy, indagine per omicidio volontario

Colpi non casuali su Willy, indagine per omicidio volontario

Conte sarà ai funerali del ragazzo che si terranno a Paliano. Intanto, sono al vaglio della Procura nuovi testimoni proposti dalla difesa dei fratelli Bianchi.

colleferro morte willy indagine per omicidio volontario

Willy Monteiro Duarte in un'immagine tratta dal suo profilo Facebook.

AGI - Ultimo addio a Willy Monteiro Duarte, il 21enne ucciso a Colleferro nel corso di una rissa. Alle esequie, in corso a Paliano nel campo sportivo del Comune "Piergiorgio Tintisona", partecipa il premier, Giuseppe Conte.

Intanto, si aggrava la posizione dei quattro arrestati: gli inquirenti indagheranno per omicidio volontario e non più per omicidio preterintenzionale. A determinare il cambio, più grave, di ipotesi di reato è stata la relazione che il medico legale Saverio Potenza ha consegnato al magistrato. Nella consulenza autoptica, infatti, Potenza ha parlato senza mezzi termini di 'colpi assestati e non casuali'. Willy, insomma, è deceduto per i violentissimi colpi inferti dagli aggressori che hanno agito - è questa adesso l'ipotesi di chi indaga - con la consapevolezza di provocare lesioni mortali. 

Intanto domani mattina ai funerali di Willy parteciperà anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.  Il rito funebre si svolgerà a Paliano, 

Dopo l’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due fratelli Bianchi, Marco e Gabriele, e Mario Pincarelli, e ai domiciliari per Francesco Belleggia, i Carabinieri della compagnia di Colleferro continuano ad ascoltare i testimoni della tragica serata.

Non è escluso che gli investigatori possano ascoltare anche le tre ragazze che i fratelli Bianchi e un loro amico hanno detto di aver incontrato  nei pressi del cimitero di Colleferro poco prima della rissa. L’identità di queste ragazze è ancora sconosciuta e i militari sono sulle loro tracce. Sono stati proprio i fratelli Bianchi a raccontare al Gip che si erano allontanati dal pub di Colleferro, dove avevano trascorso la serata con gli altri amici, per appartarsi con le ragazze, delle quali non hanno voluto fare i nomi,  per consumare un rapporto sessuale.

Ma la difesa dei Bianchi ha, invece, messo a disposizione della procura di Velletri cinque nomi di testimoni che avrebbero assistito alle varie fasi dell'aggressione culminata con l'omicidio di Willy Monteiro. Tra le persone che la Procura potrebbe convocare ci sarebbe anche Omar S., il giovane che nelle ore successive ai fatti ha pubblicato su Facebook, per poi cancellarli, due post in cui si diceva pronto a raccontare "la verità" tirando in ballo Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, le altre due persone arrestate.

Intanto il prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, ha ordinato la chiusura per cinque giorni della palestra di Lariano dove si allenavano per praticare l’MMA, le arti marziali miste, i fratelli Bianchi.  Si tratta del complesso sportivo 'Millenium Fit Village', chiusa per “gravi violazioni di natura amministrativa” dopo una ispezione compiuta dai carabinieri della Compagnia di Velletri, del NAS e del Nucleo Operativo Tutela del Lavoro, assieme al personale della Questura di Roma della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ed al commissariato di Velletri, nonché agli ispettori della ASL Roma 6.

E sulle polemiche per un presunto ritardo nell’arrivo dei soccorsi a Colleferro nella notte dell’omicidio di Willy il 118 è intervenuto precisando che “l’ambulanza è giunta sul posto alle ore 3.45: dall’attivazione del mezzo all’arrivo sul posto, dunque, sono trascorsi 12 minuti. La chiamata per il soccorso in questione è stata trasmessa dal Nue 112 alla nostra centrale operativa alle ore 3.31”.“La Centrale operativa, dopo aver effettuato il triage  - ha detto il 118 -  ha inviato sul posto l’ambulanza della postazione di Montelanico alle ore 3.33".