Panico in alcune città del Sudafrica per la preparazione di lunghe file di tombe

Panico in alcune città del Sudafrica per la preparazione di lunghe file di tombe

I funzionari sanitari della provincia più popolata del Paese hanno dichiarato di essere pronti a seppellire più di un milione di persone

sudafrica un milione di tombe coronavirus

© WIKUS DE WET / AFP - Pretoria, lavori di approntamento per le sepolture per le vittime del Covid

AGI - Le autorità del Sudafrica hanno cercato di placare i timori per i decessi da coronavirus dopo che i funzionari sanitari della provincia più popolata del Paese hanno dichiarato di essere pronti a seppellire più di un milione di persone. Nei giorni scorsi gli escavatori sono entrati in azione per scavare lunghe file di tombe nei cimiteri di Gauteng, la provincia che comprende le città di Johannesburg e la capitale Pretoria, per possibili sepolture di massa.

Dopo aver effettuato ispezioni nei siti di sepoltura di Pretoria, il capo della Sanità provinciale, Bandile Masuku, ha dichiarato mercoledì che Gauteng sta preparando oltre 1,5 milioni di tombe. "Tutti i nostri comuni hanno messo su capacità e acquisito più terra di cui avranno bisogno per la sepoltura", ha assicurato Masuku.

Il suo annuncio ha scatenato un'ondata di ansia nella provincia, che finora ha registrato 75.015 casi di coronavirus e 478 morti, superando la provincia del Capo Occidentale come epicentro del virus in Sudafrica. A livello nazionale, finora sono stati registrati 3.602 decessi.

Da allora le autorità si sono impegnate per alleviare i timori che la provincia possa vedere una simile esplosione nelle morti legate al coronavirus. "La provincia non ha più di un milione di tombe già aperte e scavate", ha dichiarato in una nota il dipartimento sanitario provinciale.

"La cifra di oltre un milione di tombe si riferisce alla capacità collettiva che i comuni possono raggiungere". Il dipartimento della Sanità ha dichiarato inoltre che il governo sta lavorando per migliorare e aumentare sia l'infrastruttura del sistema sanitario sia la capacità delle risorse umane per far fronte alla crescente pressione della pandemia di Covid-19.

A lungo contenuto dal rigoroso blocco imposto a fine marzo ai 57 milioni di cittadini sudafricani, l'epidemia e i decessi da coronavirus hanno iniziato a salire. Più di 8.800 nuovi casi e 100 decessi sono stati registrati mercoledì. Con oltre 220 mila contagi totali e 3.600 morti, il Sudafrica è il Paese più colpito del continente.