I migranti si sono buttati in mare dalla Open Arms per nuotare verso la costa

L'imbarcazione della Ong spagnola è in mare da 20 giorni. Ora conta 99 persone a bordo più l'equipaggio dopo lo sbarco, nella notte, di 8 persone. Alle 11,10 si sono lanciati in mare verso la costa

migrante si getta mare open arms

Aggiornato alle ore 11,10 del 20 agosto 2019.

Almeno 4-5 migranti di quelli a bordo della Open Arms si sono buttati in mare a largo di Lampedusa e stanno nuotando verso la costa. Un blitz a sorpresa, negli stessi minuti in cui il governo e la Guardia Costiera stavano organizzando il trasferimento delle persone in Spagna.

Dopo pochi minuti sono intervenuti i gommoni della Guardia Costiera e hanno messo in salvo gli uomini in mare.

Nella notte altri 8 migranti che necessitavano assistenza e un accompagnatore sono stati fatti sbarcare dalla Open Arms. L'imbarcazione della Ong spagnola è in mare da 20 giorni, dallo scorso fine settimana si trova alla fonda di fronte all'isola di Lampedusa, ora conta 99 persone a bordo più l'equipaggio. "La situazione a bordo si complica ogni minuto. Chi non vuole vedere la situazione insostenibile a bordo è incapace di provare empatia per il dolore degli altri", scrive Open Arms su Twitter.  

Già di primo mattino, secondo quanto riferisce il fondatore della ong spagnola, Oscar Camps, un uomo si era gettato in acqua. È intervenuta una motovedetta della Guardia costiera per recuperarlo. Già nei giorni precedenti alcuni migranti avevano compiuto il gesto disperato nel tentativo di approdare a terra. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.