Migrante muore nel rogo della sua baracca nel ghetto di Foggia

migrante rogo baracca foggia
Nicola Marfisi / AGF 
Vigili del fuoco e ambulanza davanti azienda Lamina (Agf) 

Un migrante è morto all'alba di oggi nell'incendio della baracca in cui dormiva all'interno del ghetto del Cara di Borgo Mezzanone a poca distanza dal centro di accoglienza ad una decina di chilometri da Foggia. Le fiamme, scoppiate quasi certamente per un corto circuito, hanno sorpreso il migrante nel sonno che è morto carbonizzato. Sul posto sono giunte squadre dei Vigili del fuoco, polizia, carabinieri e unità del 118. La baracca avvolta dalle fiamme sorgeva a poca distanza dalla zona dove vi erano le baracche abbattute alcune settimane fa.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it