Le città svuotate dall'epidemia

Il tentativo di arginare la diffusione del coronavirus ha portato diversi Paesi ad adottare misure restrittive, obbligando i propri cittadini a rimanere a casa. Si calcola che al momento siano circa un miliardo le persone costrette a non lasciare la propria abitazione

coronavirus citta vuote

Il ponte di Brooklyn
Angela Weiss / AFP

 

L'epidemia da Covid-19 ha trasformato dall'oggi al domani città come New York da un simbolo di vitalità e consumismo a luoghi chiusi, dove è obbligatorio il distanziamento sociale. Nella foto grade si vede come appare oggi Times Square, New York, generalmente affollata di persone. Di fianco il Ponte di Brooklyn

California Street, San Francisco


California Street, solitamente piena di tram e funivie, in questi giorni appare così. San Francisco, insieme ad altre sette contee della Bay Area, hanno ordinato ai residenti di rifugiarsi nelle proprie abitazioni nel tentativo di aiutare a prevenire la diffusione del virus.

California Street, San Francisco
Piazza del Commercio, Lisbona

Piazza del Commercio quasi vuota a Lisbona. La foto è stata scattata il primo giorno dello stato di emergenza dichiarato dal governo. Il Portogallo ha dichiarato  uno stato di emergenza di 15 giorni a livello nazionale per combattere la diffusione del coronavirus, limitando fortemente i movimenti delle persone.
 

Plaza Mayor, Madrid

Plaza Mayor, uno dei luoghi più frequentati e affollati di Madrid, è praticamente deserta dopo che nella città e stato individuato un focolaio di Covid-19.

Piazza del Trocadero, fronte alla Torre Eiffel, durante il quinto giorno di un rigoroso blocco a livello nazionale: a Parigi sono limitate le uscite di casa alle sole necessità primarie, come acquistare cibo, andare dal medico, portare a spasso il cane o fare jogging, ma senza altre persone vicino. Le persone che escono di casa devono portare un certificato, che può essere stampato dal sito web del governo. Rischiano una multa di 135 euro in assenza dell'autocertificazione. Il governo ha schierato 100.000 poliziotti per monitorare i movimenti delle persone. Nessun coprifuoco è stato imposto
 

Millennium Bridge e Buckingham Palace, Londra

Il Millenium Bridge di Londra è deserto. La foto è stata scattata la mattina del 24 marzo 2020, dopo che la Gran Bretagna ha deciso di bloccare buona parte delle proprie attività per rallentare la diffusione del nuovo coronavirus. Deserto anche il viale di Buckingham Palace‚Äč, uno dei luoghi simbolo della città

Millennium Bridge e Buckingham Palace, Londra
Piazza San Pietro, Roma

Piazza San Pietro in Vaticano è chiusa al pubblico. Il governo italiano ha deciso per un blocco totale delle attività produttive tranne quelle ritenute essenziali e di vietare gli spostamenti tranne quelli strettamente necessari.