La "macchina tappabuche" del Campidoglio è entrata in azione. Ecco come funziona

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha annunciato su Facebook che il mezzo è entrato in azione: il Campidoglio la utilizzerà per chiudere le 50 mila buche censite nell'asfalto della Capitale

La "macchina tappabuche" del Campidoglio è entrata in azione. Ecco come funziona

La sindaca di Roma Virginia Raggi con un post su Facebook ha annunciato che è operativa la "macchina tappabuchi" che il Campidoglio utilizzerà per le circa 50mila buche sparse per la capitale: "In questi giorni la vedrete in giro per Roma. È perfetta per riparare le buche piccole e profonde che si sono create a causa del ghiaccio che ha spaccato l’asfalto. Praticamente ricrea rapidamente i vari strati della strada, binder e tappeto d’asfalto, e riesce a trasportare cinque volte il carico di un normale camion", ha scritto nel post. 

È stata già testata nell'autunno 2016 la macchina tappa-buche che il Campidoglio utilizzerà nel programma di lavori varato dopo l'ondata di maltempo che in dieci giorni, tra neve, ghiaccio e precipitazioni abbondanti, ha aperto voragini in tutto il manto stradale cittadino.

Il Campidoglio assieme ai Municipi nei giorni scorsi ha censito 50 mila buche stilando un programma di lavoro con l'obiettivo di chiuderle nel corso del prossimo mese, con uno stanziamento di 17 milioni di euro. Il macchinario, che verrà noleggiato dal Comune, consente di riempire a caldo buche e fessurazioni con materiali studiati per prevenire i deterioramenti causati dalle infiltrazioni.

Come funziona la macchina?

Le buche nel manto stradale vengono prima pulite mediante un getto di aria compressa, poi viene spruzzata una miscela a una temperatura compresa tra i 50 e 60 gradi per preparare il fondo, infine si versa un getto di graniglia e si fanno le rifiniture tramite lo spargimento di sabbia e graniglia fine e asciutta. Dopo il procedimento, un macchinario più piccolo procede al livellamento della superficie per consentire di ripristinare la viabilità in tempi brevi. Dal Campidoglio assicurano che il macchinario consentirà di velocizzare le operazioni di chiusura delle buche, perché accorcia i tempi dei singoli interventi. La macchina ha comunque bisogno dell'ausilio di personale che dirige e orienta i vari tubi che vengono utilizzati.

La tabella di marcia del Campidoglio

Partiranno dalla prossima settimana i lavori previsti dal programma Strade Nuove per ripristinare interi tratti delle carreggiate su:

  • via Tuscolana,
  • via Appia Nuova,
  • via Casal del Marmo,
  • corso Francia,
  • via Flaminia Nuova,
  • via del Castro Pretorio,
  • via Colli Portuensi,
  • viale Ionio e via Ugo Ojetti,
  • via Cassia Nuova
  • via di Valle Aurelia

Immediatamente a seguire, sono previsti anche due interventi di manutenzione straordinaria che riguarderanno in maniera più strutturale:

  • via Ostiense
  • via Nomentana

 A questi cantieri, nei prossimi mesi, se ne aggiungeranno altri su arterie importanti della Capitale com

  • via Boccea,
  • via Collatina,
  • via di Tor Bella Monaca
  • Tangenziale est


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.