I commissari di Ilva e ArcelorMittal trovano intesa sul memorandum. Causa civile verso la sospensione

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha autorizzato i Commissari Straordinari alla firma degli Heads of Agreement con ArcelorMittal

ArcelorMittal: verso memorandum intesa tra le parti

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha autorizzato i Commissari Straordinari alla firma degli Heads of Agreement con ArcelorMittal. È quanto rilevano fonti del Mise, osservando che con questo memorandum d'intesa vengono "poste le basi per trovare un accordo più completo entro gennaio". 

I commissari straordinari di Ilva e ArcelorMittal, apprende Agi da diverse fonti, avrebbero trovato un'intesa sul memorandum che farebbe partire la trattativa tra le parti e sospenderebbe la causa civile, in corso a Milano. "Arriveremo sul filo di lana, ma arriveremo", spiega una di queste, vicine a Ilva in amministrazione starordinaria. "È stato raggiunto un accordo" tra le parti che indica "le basi per le negoziazioni che puntano a trovare un accordo vincolante". Lo ha affermato l'avvocato Ferdinando Emanuele, difensore di ArcelorMittal, prima dell'udienza civile davanti al tribunale di Milano che, a questo punto, sarà rinviata.

È il 31 gennaio il "termine massimo" entro cui va perfezionato l'accordo vincolante tra Ilva e ArcelorMittal. Lo spiega sempre l'avvocato Ferdinando Emanuele, legale della multinazionale franco indiana. "Mi risulta che si stia firmando in questi minuti un documento che si limita alle basi per una futura negoziazione che si svolgerà fino al 31 gennaio, data entro la quale deve essere raggiunto un accordo. Raggiunta l'intesa, oggi chiederemo il rinvio congiunto dell'udienza". La causa civile è nata dal ricorso presentato dai Commissari straordinari per scongiurare la fuga di ArcelorMittal dal polo siderurgico. 

I punti del memorandum

Decarbonizzazione dell'acciaieria, per abbattere le emissioni inquinanti, ingresso dello Stato nella compagine societaria, e tutela dell'occupazione: sono questi i punti principali del memorandum congiunto, Ilva in amministrazione straordinaria e ArcelorMittal, che sarà presentato stamattina al tribunale di Milano per ottenere il rinvio dell'udienza per la discussione del ricorso cautelare urgente col quale Ilva si è opposta all'atto di recesso dal contratto di fitto del gruppo siderurgico da parte della stessa ArcelorMittal.

Il fatto che le parti siano addivenute, dopo non poche difficoltà, ad un testo congiunto e il rinvio dell'udienza sul quale deciderà il giudice, stanno a significare che sia Ilva in as che ArcelorMittal continueranno a negoziare nelle prossime settimane, dopo gli incontri di questi giorni, per arrivare ad una intesa sulla 'nuova' Ilva.

Se poi la trattativa che prosegue nel nuovo anno approderà ad un risultato finale, è tutto da vedere e verificare perché su diverse questioni le parti non hanno affatto la stessa visione. Il testo congiunto è delle ultimissime ore perché sino a ieri sera si profilava solo una richiesta di rinvio dell'udienza solo da parte di Ilva ma per ragioni tecniche, ovvero per la necessità di studiare la memoria difensiva relativamente al ricorso cautelare presentata lunedì sera da ArcelorMittal al Tribunale di Milano. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it