Brasile: revocate le misure cautelari a Cesare Battisti

Brasile: revocate le misure cautelari a Cesare Battisti

Revocate le misure cautelari nei confronti di Cesare Battisti: lo ha deciso la Corte suprema brasiliana (Stj), annullando la decisione del tribunale di Cananeia che aveva disposto, tra l'altro,  il divieto per l'ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo di uscire di casa dopo le 22 e di allontanarsi dal paesino dello Stato di San Paolo. I media brasiliani hanno riferito che domenica il collegio della sesta corte del tribunale supremo ha accolto all'unanimità il ricorso della difesa di battisti contro le misure precauzionali perché emanate in modo generico e senza concreti elementi di accusa.

Battisti era stato arrestato a ottobre al confine con la Bolivia con 25mila dollari in valuta estera con cui, secondo la polizia, si accingeva a lasciare il Brasile. Il tribunale di Cananeia, la cittadina in cui risiede l'ex terrorista condannato in Italia all’ergastolo per quattro omicidi e latitante da 36 anni, aveva anche imposto il sequestro del passaporto per lui e la moglie ​Joice Lima, sposata nel 2015. Le misure cautelati erano state imposte dopo che si era scoperto che battisti aveva fornito un indirizzo falso per ottenere i certificati necessari alle nozze in Brasile.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it