Ho calcolato la magnitudo reale del terremoto di Ischia

Ho calcolato la magnitudo reale del terremoto di Ischia
Vigili del fuoco
    Ischia Terremoto

Per il terremoto che ha colpito Ischia alle 20:57 del 21 Agosto 2017 ho calcolato una magnitudo momento (MW) di 4.0. Per questo calcolo è necessaria la modellazione dei sismogrammi osservati: un sismogramma sintetico deve essere calcolato per ognuna delle stazioni della rete di monitoraggio che abbia fornito una registrazione utile, e deve tenere conto della propagazione delle onde sismiche nel loro specifico percorso crostale, dalla sorgente alla stazione cui si riferisce.

I sismogrammi sintetici

Una volta calcolati, i sismogrammi sintetici sono confrontati con le registrazioni alle stazioni della rete. I parametri che caratterizzano la grandezza della sorgente e la sua localizzazione (sostanzialmente, magnitudo e profondità del terremoto) sono aggiustati con approssimazioni successive fino a ottenere una buona corrispondenza con i sismogrammi osservati. Per ogni perturbazione fatta ai parametri di sorgente, i sismogrammi sintetici devono essere ricalcolati.

I modelli utilizzati

La localizzazione epicentrale dell’evento di Ischia, in mare, e la regione in cui si è verificato l’evento (vulcanica) hanno reso particolarmente complesso calcolare la magnitudo momento. I modelli che utilizziamo, infatti, sono stati calibrati sui terremoti dell’Appennino Centrale:  una regione sostanzialmente diversa da quella in cui si trova Ischia. Gli aggiustamenti alla magnitudo che si sono susseguiti nella serata di ieri, e nella notte, sono il risultato di due necessità in naturale conflitto, apparentemente inconciliabili: è necessario fornire rapidamente una stima di magnitudo, ma il calcolo della MW in una regione “difficile” può essere molto lungo. È alla luce di queste considerazioni che dobbiamo considerare gli aggiustamenti successivi delle stime di magnitudo che a volte caratterizzano i comunicati dei sismologi.

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it