Salvini lavora al fronte sovranista per le Europee. E sente Meloni

Con il Carroccio invece non c'è ancora alcun contatto a riguardo. Anzi, le distanze aumentano

Salvini lavora al fronte sovranista per le Europee. E sente Meloni

"Troviamoci per ragionare di Europa e anche di Roma". Matteo Salvini tende la mano a Giorgia Meloni. Il segretario della Lega è al lavoro, riferiscono fonti parlamentari di via Bellerio, per creare un fronte sovranista alle Europee. L'ipotesi di una lista unica, con Fratelli d'Italia e pezzi di FI in distacco dal partito azzurro, è tornata sul tavolo. Proprio mentre Berlusconi lancia un messaggio al vicepremier: "Molli il Movimento 5 stelle, altrimenti è a rischio l'unità alle amministrative".

In realtà un tavolo tra FI e il Carroccio sulle prossime elezioni non è ancora stato convocato ma la distanza è aumentata nelle ultime settimane. Il ministro dell'Interno ha lanciato una chiamata alle armi per l'8 dicembre. Di fatto sarà quella l'apertura della campagna per le Europee, con Salvini che punta ad essere il punto di riferimento dei partiti 'populisti' che stanno ottenendo ottimi riscontri in gran parte d'Europa. Il ridimensionamento del partito della Merkel in Assia è solo l'ennesimo segnale che le cose stanno cambiando, la convinzione dei leghisti. Non è ancora deciso il 'timing' che potrebbe trasformare il partito, con il cambiamento dello statuto. Possibile che la fase congressuale si apra dopo le Europee ma Salvini punta ad andare al braccio di ferro contro chi - questo il suo 'refrain' - ha distrutto l'Europa.

Il confronto sulla manovra

E nodo del contendere è anche la manovra. La 'sentenza' di Standard and Poor's viene considerata un assist al governo, un aiuto nel frenare l'impennata dello spread che ieri si è attestato sotto quota 300. Ma la decisione di rinviare di un semestre l'applicazione delle misure contenute nel programma di governo (reddito di cittadinanza e 'quota cento') vale quattro miliardi. Una cifra 'accantonata' proprio in attesa di capire la reazione dei mercati. Intanto ieri il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, hanno fatto il punto sulla manovra e sulla situazione degli istituti bancari. Con il presidente del Consiglio che ha rinviato di qualche ora la sua trasferta in India. La legge di Bilancio arriverà mercoledì alle Camere, hanno spiegato fonti di governo



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.